Frosinone – Latina 2-1, decide Dionisi. Ma il Latina ci ha provato

304

Una doppietta di Dionisi nella ripresa ha deciso il 50esimo derby tra Frosinone e Latina. I nerazzurri hanno offerto una buona prova ma hanno pagato a caro prezzo i soliti, cronici limiti offensivi. Da rilevare, però, anche una decisiva svista del direttore di gara, riuscito ad ignorare un evidente fallo di mano di Gori in area di rigore, su un guizzo di Acosty.

 

PRIMO TEMPO, TANTO EQUILIBRIO

Il Frosinone ha iniziato con un tentativo di Dionisi dal limite, neutralizzato senza problemi da Pinsoglio. Al 17’, su corner di Scaglia, Brosco ha incornato battendo Bardi ma l’arbitro ha annullato per una spinta in area.  Al 30’ una triangolazione al limite dell’area pontina è culminato con un fendente di Paganini ribattuto da Pinsoglio in maniera un po’ goffa, Garcia Tena ha rimediato spedendo in calcio d’angolo. Cinque minuti dopo Ciofani ha raccolto un rimpallo sotto porta ma è stato fermato in extremis da Brosco.  La frazione si è chiusa così, con un organizzato ma spuntato Latina al cospetto di un Frosinone parso troppo contratto.

 

SECONDO TEMPO, DIONISI SI SCATENA. MA SU ACOSTY ERA RIGORE

La ripresa si è aperta con  un destro ad incrociare di Dionisi da distanza ravvicinata, Pinsoglio è stato bravo a respingere sul palo più vicino. Sulla ripartenza Acosty è stato fermato in angolo in piena area, ma con una deviazione quantomeno sospetta ad opera di Gori: l’impressione è che sia stato un netto fallo di mano ignorato dall’arbitro e dai suoi assistenti. Sul successivo tiro dalla bandierina Dellafiore ha incornato ma Gori ha salvato ad un passo dalla porta canarina. Al 6 la svolta, Dionisi dai trenta metri ha avuto tutto il tempo di prendere la mira e ha battuto Pinsoglio con un potente diagonale a mezza altezza. Vivarini ha provato a rispondere inserendo una punta in più, Boakye, al posto di Mariga. Al di là di un tiro centrale di Scaglia, però, la reazione pontina non ha prodotto nulla. E’ stato anzi il Frosinone a graffiare ancora, con un lancio di Sammarco raccolto in contropiede da Dionisi, spietato a tu per tu con Pinsoglio: al 18’ è stato dunque raddoppio per i padroni di casa. Il Latina ha provato a reagire al 32’, con un tiro di Acosty all’altezza del dischetto ribattuto in mischia. Sul ribaltamento di fronte Ciofani ha lanciato Sammarco a tu per tu con il portiere ma Pinsoglio d’istinto ha evitato il peggio. Uno spiraglio si è riaperto al 41’, quando il nuovo entrato Di Matteo ha seminato il panico in area ciociara confezionando un assist al bacio per Acosty, abile ad insaccare con un preciso diagonale. Troppo tardi, però, per provare a rimontare.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti