Mobilità europea, a Terracina la proposta del Social Forum per migliorare l’utilizzo dei trasporti pubblici

176
Marco Villa del Terracina Social Forum

In occasione della Settimana europea della mobilità sostenibile il Terracina Social Forum formula una serie di proposte per incentivare l’utilizzo dei trasporti pubblici.

La base di partenza è l’analisi di mercato, individuando le principali categorie di fruitori dei trasporti urbani.

Riguardo ai pendolari, ad esempio, grazie all’ex commissario prefettizio gli orari dei bus urbani sono stati coordinati con gli orari dei bus Cialone sostitutivi del treno. Non è stata però ripristinata la corsa mattutina che consentiva ai pendolari di Borgo Hermada e San Vito di prendere il Cialone delle 6:27.

Altri grandi fruitori dei bus urbani sono gli indiani. Per soddisfare le loro esigenze, prima di tutto va tradotto in lingue straniere il sito Internet www.lacircolare.it. Inoltre, si devono istituire apposite linee, con orari concordati con gli imprenditori agricoli e con i rappresentanti della comunità indiana, nelle fasce orarie in cui gli asiatici vanno o tornano dalle campagne in bicicletta, anche per evitare i frequenti incidenti.

Per gli anziani e coloro che non hanno un’auto, è necessario far transitare tutte le linee per l’ospedale, data la sua vicinanza col capolinea dei bus urbani. Perché costringere queste persone a dover utilizzare due bus per raggiungere l’ospedale?

Riguardo ai turisti, oltre alla traduzione in lingue straniere del sito Internet www.lacircolare.it, le informazioni al capolinea e sui bus non devono essere solo in italiano. Gli orari festivi devono essere coordinati con gli orari dei bus Cialone, va introdotto il biglietto giornaliero, il biglietto valido tre giorni e l’abbonamento settimanale. Sui bus devono essere presenti mappe della città e si deve consentire il loro utilizzo da parte dei possessori di biciclette pieghevoli. Le corse vanno aumentate, anziché ridotte, a Pasqua e durante i ponti primaverili, nonché in occasione di festività religiose, eventi particolari e mercati settimanali.

A luglio e agosto ci sono pochissime auto posteggiate nel parcheggio del mercato settimanale, segno che non è noto ai turisti che da lì partono le navette elettriche gratuite per il mare ed il porto. Lungo la SS Pontina devono essere installati cartelli che segnalano questa opportunità. La stessa informazione va fornita tramite i tabelloni elettronici presenti in città. Nel parcheggio andrebbero collocati alberi o, meglio ancora, pannelli solari col duplice scopo di produrre energia pulita e fare ombra. Bisogna mettersi nei panni dei bagnanti! Non è piacevole, soprattutto se con bambini piccoli, salire su un’auto rovente in quanto lasciata per ore al sole.

Altre proposte sono inserire la Cotri nel circuito Metrebus regionale, stipulare convenzioni con gli esercizi commerciali, con sconti per i cittadini provvisti di abbonamento, nonché introdurre gli abbonamenti annuali, con sgravi fiscali per chi li acquista, con la possibilità di pagare tramite Internet o app.

Il sito Internet www.lacircolare.it dev’essere ottimizzato per la navigazione tramite cellulare e vi deve essere pubblicata la Carta dei servizi, da rendere disponibile anche sui bus.

Si deve istituire una navetta, possibilmente elettrica, per collegare via Roma con il centro storico alto, transitando per via San Francesco Nuovo e via Annunziata.

Gli orari dei bus per la stazione ferroviaria di Monte S. Biagio devono essere sincronizzati con gli arrivi dei treni per Roma, onde favorire i pendolari provenienti da sud; devono essere adeguati costantemente alle modifiche degli orari Trenitalia, così come devono essere costantemente aggiornati il sito Internet www.lacircolare.it e gli orari affissi alle paline, dando un nome alle diverse fermate e stabilendo per ognuna l’orario di passaggio approssimativo. I tabelloni elettronici presenti sul territorio devono essere sfruttati maggiormente per fornire informazioni su orari, traffico, incidenti ed eventuali scioperi.

Potrebbe essere istituita una linea per la stazione ferroviaria di Priverno (magari raggiungendo anche l’Abbazia di Fossanova per promuovere il turismo), passando per i centri urbani di La Fiora, Frasso, Capocroce, Gavotti e favorendo così gli studenti.

Vanno introdotte corse notturne il venerdì ed il sabato, con sconti per gli under 26, per favorire i collegamenti con le discoteche e ridurre gli incidenti che coinvolgono i giovani.

La Cotri, oltre a predisporre un questionario per gli utenti al fine valutare la qualità del servizio e raccogliere suggerimenti, potrebbe fornire informazioni tramite app, Twitter o Whatsapp.

Infine, la Cotri dovrebbe migliorare l’accessibilità per i disabili del proprio sito Internet ed istituire un servizio bus per disabili a chiamata.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti