Latina, l’istituto “Vito Fabiani” blocca l’accesso al servizio scuolabus. I pulmini nuovi di zecca restano vuoti

485

Ci sono due pulmini nuovi di zecca che puntualmente, ogni mattina dalla riapertura delle scuole, restano vuoti. Sono gli scuolabus che la Fratarcangeli, la ditta che gestisce il trasporto scolastico a Latina, ha messo a disposizione per i ragazzi delle medie e i bambini dell’elementari della scuola di Borgo Sabotino. Due mezzi per due corse all’andata e altrettante al ritorno che coprono la linea 1 Sabotino- Quadrato e Linea 2 Sabotino-Capoportiere. Ma a bordo non ci sale nessuno.

E’ l’assurda situazione venutasi a creare attorno all’istituto comprensivo “Vito Fabiani”. Il dirigente Elisabetta Burchietti, con una nota del 16 settembre scorso, ha comunicato ai genitori degli alunni che il Consiglio d’istituto nella seduta del giorno precedente ha deliberato di non procedere alla stesura dei criteri per l’accesso al servizio da parte delle famiglie e di chiedere modifiche all’organizzazione del servizio all’ufficio del Comune preposto affinché risponda alle necessità di orario e numero dell’istituto. “Pertanto – chiude la nota – il servizio non può ancora essere attivato”. Ma il problema qual è?

Il primo “giro” la Fratarcangeli lo ha dedicato ai ragazzi più grandi, quelli delle medie, prevedendo l’arrivo dei due scuolabus davanti ai cancelli della scuola alle 7.40. Il secondo “giro” lo ha dedicato ai bambini delle elementari, prevedendo l’arrivo a scuola alle 8.10 con accompagnamento fino all’interno dell’istituto in tempo utile per l’avvio delle lezioni. Cosa c’è che non va?

In base a quanto lamentato dalla dirigente scolastica anche i ragazzi delle medie dovrebbero arrivare alle 8.10 e non alle 7.40 quando i cancelli della scuola sono ancora chiusi. La preside ha lamentato anche il fatto che nei giorni di martedì e giovedì il servizio risulterebbe insufficiente poiché l’istituto ha programmato per quest’anno la fine delle lezioni sia di medie che di elementari alle 14.10.

Il Comune e la ditta assegnataria del servizio hanno fatto presente al dirigente scolastico che il procedimento di gara ha previsto le due linee e i relativi orari in base a quanto già attuato negli anni precedenti e che pertanto il servizio sarà svolto in conformità al programma previsto dagli atti di affidamento. La questione è di nuovo tornata all’attenzione del Consiglio d’Istituto che comunicherà al Comune le proprie decisioni entro il 23 settembre. Non è ben chiaro cosa ne pensano i genitori rispetto alla situazione venutasi a creare: gli elenchi degli alunni richiedenti il servizio e le relative dichiarazioni dei genitori sarebbero rimaste ferme presso la segreteria della scuola, mentre gli scuolabus continuano a rimanere vuoti con tanto di sedili intonsi. La scuola di Borgo Sabotino è l’unica nel Comune di Latina a usufruire di una doppia corsa all’andata e al ritorno.

Del caso si sono interessati anche i consiglieri comunali di Forza Italia Giovanna Miele e Giorgio Ialongo invocando l’intervento del sindaco Damiano Coletta e dell’assessore al Trasporto pubblico Gianfranco Buttarelli.

Questo slideshow richiede JavaScript.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti