Fondi Music Festival, due giorni all’insegna della musica classica

201

Doppio appuntamento con la musica classica questo weekend perché il Fondi Music Festival propone, tra sabato e domenica, ben due concerti con altrettanti ospiti di fama internazionale. La prima serata del fine settimana in arrivo sarà dedicata al pianista messicano Vladimir Curiel, musicista emergente tra i più apprezzati e conosciuti del momento in America Latina. A fare da cornice all’evento, in programma sabato 24 settembre alle ore 21:00, sarà il suggestivo palazzo Caetani di Fondi. Curiel, che si distingue per sensibilità, virtuosismo, tecnica e passione, eseguirà un programma incentrato sulle composizione di F. Chopin e I. Albeniz. Dopo essersi formato nelle migliori scuole del mondo, a seguito del suo debutto nel 2007, il famoso pianista messicano si è esibito con alcune delle migliori orchestre della sua nazione, ma anche in diversi stati sudamericani, negli Stati Uniti d’America e in Italia.

mario-mateusLa serata dedicata a Vladimir Curiel non sarà l’ultima sorpresa del weekend perché il giorno successivo, domenica 25 settembre alle ore 19:00, sempre nell’incantevole location di Palazzo Caetani, andrà in scena l’Orchestra da Camera “Città di Fondi” con la partecipazione della pianista Rossella Spinosa e del direttore portoghese Mario Mateus. Questo concerto, denominato “Il Magico Connubio – quando la colonna sonora è già scritta”, vedrà eseguite musiche di J. Pachelbel, W.A. Mozart e L. Bacalov ed è una coproduzione con il prestigioso Fondi Film Festival. Una carriera iniziata prestissimo quella di Rossella Spinosa, artista oggi di fama internazionale che ha avuto modo di perfezionare i suoi studi in composizione di musica da film con il premio Oscar Luis Bacalov con il quale avrebbe avviato, successivamente, un’intesa collaborazione pianistica e compositiva. Tra i suoi numerosissimi successi, il prestigio di aver ricevuto le 5 stelle dalla critica nazionale e internazionale per la sua incisione delle musiche del noto autore americano John Cage. Mario Mateus, attualmente direttore del coro e dell’orchestra della Fondazione “Conservatorio Regionale di Gaia” e della Filarmonica di Gaia in Portogallo, è invece conosciuto in tutto il mondo sia come cantante che come direttore.

«Questi concerti – spiega il direttore artistico dell’evento Gabriele Pezone – rappresentano il fiore all’occhiello del nostro festival. Vladimir Curiel è un apprezzatissimo pianista messicano, che ho avuto il piacere di dirigere già due volte in Messico e che si è perfezionato proprio al Conservatorio di Latina, maturando un grande attaccamento alla nostra provincia. Il suo è un programma dalla doppia anima: dapprima il pathos romantico di Chopin e poi i virtuosismi di Albeniz; il secondo concerto nasce invece nell’ambito di una collaborazione, iniziata lo scorso anno, con il Fondi film Festival, altra eccellenza della nostra città. Il programma proporrà musiche che appartengono al repertorio colto e che sono state utilizzate dal cinema come colonna sonora».

La rassegna musicale, giunta quest’anno alla V edizione, è organizzata dall’Associazione Fondi Turismo in collaborazione con l’Associazione musicale “Ferruccio Busoni”, i corsi di perfezionamento musicale di “InFondi Musica” e Charlie Eventi e gode del patrocinio del Comune di Fondi, del Parco Naturale Regionale dei Monti Ausoni e lago di Fondi e della Banca Popolare di Fondi. L’ingresso ad entrambi i concerti è gratuito e tutta la cittadinanza è invitata a partecipare. Qualora lo si desiderasse, sarà possibile aderire o rinnovare il tesseramento con l’associazione al costo annuo di 10 euro.

Biografie

Vladimir Curiel, pianista virtuoso con una vasta gamma di colori e dinamiche, ha una sensibilità che lo contraddistingue tra i pianisti di oggi. E’ nato a Città del Messico nel 1979 ed è oggi considerato universalmente uno dei migliori pianisti latinoamericani. Ha iniziato gli studi di pianoforte nel 1995 e nel 2000 si è trasferito in Italia iniziando i suoi studi presso il Conservatorio di Statale di Musica “O. Respighi” di Latina con l’insegnante Américo Caramuta. Ha continuato la sua formazione a Roma sotto la guida di Sergio Calligaris e successivamente con Alessandro Fiorillo a Philadelphia e Yleana Bautista a Città del Messico. Dal suo debutto nel 2007, Vladimir Curiel si è esibito con alcune delle migliori orchestre in Messico, recital per pianoforte solo e musica da camera in diversi stati messicani, negli Stati Uniti d’America e in Italia. Versatilità, tecnica e passione per la musica lo hanno portato a suonare come solista con l’Orchestra Filarmonica di Querétaro, l’Orchestra Sinfonica di Pachuca, Orchestra Sinfonica di Morelia, Aguascalientes Symphony Orchestra e l’Orchestra Sinfonica di San Luis Potosi, collaborando con direttori molto noti come José Miramontes Zapata, Jose Guadalupe Flores, Raul Garcia, Armando Vargas, Gabriele Pezone, ecc.

Rossella Spinosa consegue giovanissima i diplomi di pianoforte, clavicembalo e composizione presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano, laureandosi al contempo in legge e in musicologia, sempre col massimo dei voti. Si perfeziona in pianoforte presso la prestigiosa Accademia Pianistica di Imola, conseguendo il Master cum laude, oltre che in Austria, Germania e Inghilterra. Consegue il Diploma di Merito e la prestigiosa borsa di studio Emma Contestabile presso l’Accademia Chigiana di Siena, perfezionandosi in composizione per musica da film con il Premio Oscar Luis Bacalov. Dal 2009 avvia una collaborazione in duo pianistico e compositiva con lo stesso Premio Oscar. Collabora come solista e viene eseguita, come compositrice, da numerose orchestre, tra cui l’Orchestra de I Pomeriggi Musicali, l’Orchestra da Camera Fiorentina, l’Orchestra Carlo Coccia, l’Orchestra di Stato di San Pietroburgo, l’Orchestra Kyev Camerata e molte altre ancora, suonando nell’intera Europa, Russia, Canada, Stati Uniti, Giappone, Corea, America del Sud. La sua incisione delle musiche dell’autore americano John Cage per Stradivarius riceve 5 stelle dalla critica nazionale e internazionale e viene selezionata dal New York City Ballet per la realizzazione di uno spettacolo dedicato a John Cage. Incide per la rivista Amadeus per il bicentenario della nascita di F. Liszt, la versione inedita di Via Crucis dello stesso autore, in duo pianistico con Alessandro Calcagnile. Collabora con protagonisti del mondo dello spettacolo, tra cui Moni Ovadia, Paolo Rossi, il Duo Pali&Dispari, Teresa Mannino, Ottavia Piccolo, Vanessa Gravina in performance live. Rossella lavora da anni inoltre sul recupero di pellicole del cinema muto, sonorizzando ad oggi oltre settanta titoli; nel 2011, riceve la commissione da Fondazione Cineteca Italiana per comporre le musiche di tre episodi di Libro cuore del 1915, restaurati dalla stessa Cineteca Italiana, in occasione del 150mo dell’Unità d’Italia; della produzione viene realizzata una versione in dvd. L’Anteprima del lavoro commissionato si svolge a Milano, in occasione dell’Inaugurazione del Museo Interattivo del Cinema (MIC), mentre la prima esecuzione assoluta, nella versione integrale per due pianoforti, ha luogo nell’ambito della diciottesima edizione dell’Osaka European Film Festival in Giappone. Nel 2012 scrive ed esegue le musiche per tutti i film muti di Fritz Lang, su commissione di Cineteca Italiana e in collaborazione con Fondazione I Pomeriggi Musicali e, nel 2013, in collaborazione con Milano Film Festival e Orchestra de I Pomeriggi Musicali ottiene grande successo di critica e pubblico per la Fantasia per pianoforte e orchestra su La corazzata Potëmkin di Sergej Ejzenštejn eseguita in apertura del Gran Festival del Cinema Muto di Milano, IV Edizione. L’edizione del 2014 l’ha impegnata con la filmografia muta di Alfred Hitchcock; grande il successo delle partiture per L’isola del peccato per pianoforte e orchestra, eseguita al Teatro Dal Verme di Milano con l’Orchestra I Pomeriggi Musicali e replicata, in apertura di stagione, al Teatro Vittorio Emanuele di Messina. L’ultima edizione del Festival l’ha vista compositrice ed esecutrice della sonorizzazione perIl gabinetto del dottor Caligari, sempre al fianco dell’Orchestra I Pomeriggi Musicali.  Le musiche di Rossella sono edite dalle case editrici Suvini Zerboni, ArsPublica e Sconfinarte e sono trasmesse da Radio3, Lifegate, Radio Popolare, Circuito Marconi ecc. Incide, infine, come pianista, per AMADEUS, BookStore Teatro alla Scala, AliaMusica Records, Tactus, Archivi del XXI Secolo e Stradivarius. Scrive articoli per riviste di settore ed è responsabile della Rubrica CONTEMPORANEA della Rivista Amadeusonline, oltre che della Rubrica “La Musica nel Muto” sul Magazine ColonneSonore.net. Nel Dicembre 2013 viene insignita della Medaglia PRO CULTURA HUNGARIA, a firma del Ministro della Cultura ungherese, per la promozione della musica ungherese nel mondo. Recente il debutto in Carnegie Hall a New York in duo pianistico con Alessandro Calcagnile lo scorso marzo 2016, con pieno successo di critica e di pubblico. Prossimo impegno di pubblicazione per Rossella, l’incisione per Tactus dell’opera pianistica di Giacinto Scelsi, oltre a due delle più recenti produzioni di cinema muto, con sue musiche per pianoforte e orchestra, in versione dvd.  Rossella è infine docente presso il Conservatorio “F. Venezze” di Rovigo ed è invitata regolarmente presso università e istituzioni, italiane e straniere, per masterclass di composizione e storia della musica applicata alle immagini.

Mario Mateus ha una lunga e meritoria carriera come cantante e come direttore d’orchestra. Ha studiato in Portogallo, Spagna, Germania (Berlino) e Austria (Salisburgo e Vienna). Ha un dottorato in Arti musicali con la tesi “Gesto e suono” all’Università di Aveiro. Come direttore ha diretto le seguenti orchestre: “Orquestra Sinfónica do Porto” (Porto Symphonic Orchestra), Porto Chambre Orchestra, Barroc Orchestra of Manheim, Heidelberg Highschool Music Orchestra, North Portugal Orchestra (Orquestra do Norte), Porto National Orchestra, “Filarmonia das Beiras”, Nacional Symphony Orchestra (Portugal), Pleven Philharmonic Orchestra, Polska Filharmonia Baltycka, Novosibirsk Philharmonic Orchestra, Saint-Petersburg Philarmonic Orchestra, Longmont Symphony Orchestra (Denver), Musica Aperta (Bergamo), Adana State Symphonie Orchestra, London Schubert Players, Symphonic Orchestra of El Salvador (El Salvador), State Symphony Orchestra of Mexico Orquestra Sinfónica de Monterrey (México), Orquesta Sinfonica de Yucatan (México), Orquestra Sinfonica de S. Luis Potosi (México), Arpeggione Chamber Orchestra e altre. Al momento è il direttore del coro e dell’orchestra della Fondazione “Conservatorio Regionale di Gaia” e della Filarmonica di Gaia in Portogallo. Mateus ha preso parte a molti festival internazionali di musica, esibendosi nelle città portoghesi più importanti e anche a Barcelona, Biarritz, Roma, Milano, Firenze, Heidelberg, Manheim, Innsbruck, Vienna, Varsavia, S. Paulo, Rio de Janeiro, Providence (USA), Macau, Gdansk, Novosibirsk, Denver (USA). Nel 2002 Mario Mateus ha diretto un concerto con la Polska Filharmonia Baltica alla presenza del Papa Giovanni Paolo II. Ha ricevuto dal Comune di Gaia (Portogallo) e dalla Fondazione Rutas (Spagna)  la “Medaglia al merito”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti