Sabaudia, concluso l’addestramento italofrancese dell’Artiglieria Controaerei

178

Nel poligono internazionale di Biscarrosse (Francia) si è svolta la fase conclusiva dell’esercitazione controaerei congiunta italofrancese. Il 4° Reggimento Artiglieria Controaerei “Peschiera”, dipendente dal Comando Artiglieria Controaerei di Sabaudia, ha eseguito le fasi di scoperta, identificazione, intercetto e lancio con eccezionale precisione neutralizzando un radiobersaglio, rappresentante un velivolo ostile, ad una distanza di circa 37 chilometri.  L’esercitazione è stata eseguita con il moderno sistema d’arma controaerei SAMP/T (Sol Air Moyenne Portèe / Terrestre).

Plauso unanime da parte delle delegazioni straniere presenti all’esercitazione (Svezia, Finlandia, Qatar, Turchia) per l’elevata professionalità messa in campo dalla componente italiana. L’attività a fuoco, alla presenza del Vice Comandante e Capo di Stato Maggiore del Comando delle Forze Operative Terrestri, il Generale di Corpo d’Armata Amedeo Sperotto, ha consentito di verificare l’eccellente livello di addestramento raggiunto dal personale del Reggimento Artiglieria Controaerei “Peschiera”.

L’unità controaerei nazionale ha assicurato l’integrazione del dispositivo di specialità nell’architettura di Comando e Controllo d’oltralpe secondo la tempistica prevista, mantenendo i collegamenti stabili e senza soluzione di continuità per tutta la durata dell’attività. Al termine, il Generale Sperotto, accompagnato dal Comandante dell’Artiglieria Controaerei, Generale di Brigata Bernardo Barbarotto, ha espresso al personale esercitato tutta la sua soddisfazione per gli ottimi risultati raggiunti, sottolineando come l’Artiglieria Controaerei rappresenti una risorsa per la Forza Armata, sia in Patria che in contesti operativi oltre confine.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti