Terracina, parco della Rimembranza: il Comune rinnova la convenzione con il Wwf

190

L’amministrazione comunale di Terracina ha rinnovato per i prossimi cinque anni, la convenzione con il Wwf per la gestione del parco pubblico della Rimembranza, situato in via San Francesco Nuovo. Per i prossimi cinque anni, quindi, come accade dal 1995, quando venne stipulata la prima volta la convenzione, l’associazione assicurerà gratuitamente i piccoli interventi manutentivi per consentire la fruibilità del complesso monumentale. Resteranno a carico dell’amministrazione comunale, invece, le opere di manutenzione ordinare e straordinaria legate alla sicurezza del sito. Proprio in merito alla sicurezza degli utenti del parco della Rimembranza, il Wwf svolgerà un ruolo di controllo sulle condizioni generali del sito sollecitando l’intervento dell’amministrazione comunale per le opere necessarie ed urgenti.

Le peculiarità del parco

All’interno del parco della Rimembranza i visitatori possono trovare: la pietas cittadina per 141 Terracinesi caduti nella prima guerra mondiale e sepolti lontani dalla loro terra; per ciascuno di essi fu piantato un albero; numerose tracce archeologiche, seppure in misura di frammento, a testimonianza di almeno due millenni di storia cittadina; l’insediamento di quasi duecento specie botaniche che offrono un’antologia naturalistica in continua evoluzione.

Le novità

Dal primo ottobre 2016 le aperture settimanali saranno nei giorni di mercoledì e domenica con orari dettati dalla stagionalità e la chiusura avverrà prima del tramonto. Le scuole e i gruppi di cittadini o di turisti potranno visitare il parco tutti i giorni previa prenotazione.

La rinascita grazie al Wwf

Grazie all’intervento del Wwf e alla collaborazione di numerosi cittadini guidati da Emilio Selvaggi, che si è fatto promotore di una serie di lavori di pulizia e sistemazione del parco, per anni abbandonato all’incuria e conseguentemente chiuso al pubblico, il parco della Rimembranza è tornato a vivere, trasformandosi anche in orto botanico e in un’oasi di pace all’interno della città che soprattutto nel periodo estivo risulta frequentatissimo. L’obiettivo del Wwf, infatti, è proprio quello di fermare il degrado degli ambienti naturali del pianeta contribuendo a costruire un futuro in cui l’umanità possa vivere in armonia con la natura. Oggi, il parco di Terracina, grazie alla posizione molto panoramica e ai nuovi camminamenti sistemati ad arte, offre squarci inconsueti di paesaggio sul mare sulla città.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti