Latina, omicidio al Felix. Sul corpo di Airinei una sola ferita, letale. In libertà l’arrestato di Lanuvio

355
Marius Airinei

Sul corpo di Marius Airinei una sola ferita, letale. E’ quanto emerso dall’autopsia effettuata oggi dal medico legale Filippo Milano, incaricato dalla Procura nell’ambito dell’inchiesta sull’omicidio del romeno di 35 anni, ucciso domenica alle 3 nella discoteca Felix di Latina. La ferita, profonda, inferta con un unico colpo d’arma da taglio, riportata nella zona inguinale dell’arto inferiore destro, ha comportato la lesione dell’arteria femorale provocando il decesso per choc emorragico. Sul corpo del romeno non sono state riscontrate altre lesioni. Confermato il quadro emerso dal primo accertamento cadaverico.

Intanto, il Gip Mara Mattioli ha rimesso in libertà Florin Condurache, 22 anni, residente a Lanuvio, uno dei tre connazionali arrestati per il delitto. Disposta la misura cautelare in carcere per gli altri due, entrambi residenti a Sezze. Si tratta di Gheorghe Tirim, 36 anni e per Sebastian Bozdog, 33 anni. Assistiti dagli avvocati Adriana Anzeloni e Sinuhe Luccone, hanno risposto alle domande del Gip sostenendo di essere stati aggrediti dalla vittima. Dunque, la coltellata per mano di Tirim sarebbe partita come azione di difesa.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti