Formia, è morto il senatore Michele Forte

506
Michele Forte

Si era sentito male in casa e per questo la moglie lo aveva accompagnato all’ospedale di Formia, ma per Michele Forte, 78 anni, non c’è stato nulla da fare. Il senatore è morto all’arrivo al Dono Svizzero.

L’ex sindaco di Formia, dal 1985 al 1992 e poi dal 2008 al 2013, attualmente ricopriva la carica di consigliere provinciale di Latina dove era stato presidente dal 2009 al 2014. Due volte senatore della Repubblica Italiana (XIV e XV legislatura), era stato vice presidente della commissione Bilancio,  membro della 8ª commissione permanente (lavori pubblici, comunicazioni) e membro e segretario della commissione parlamentare di inchiesta sugli infortuni sul lavoro, con particolare riguardo alle cosiddette “morti bianche” e della commissione parlamentare per le questioni regionali. Insomma, una vita dedicata alla politica, prima con la Democrazia Cristiana, poi con il Ccd e l’Udc da cui si era separato proprio la scorsa settimana, dichiarandosi “centrista per il sì” al referendum costituzionale. Soltanto lunedì, 26 settembre scorso, aveva partecipato alle esequie dell’ex consigliere comunale di Sperlonga Benito Di Fazio. Poi martedì aveva preso parte, con la sua immancabile “energia”, ai lavori del Consiglio provinciale indetto per l’approvazione del bilancio. Una dipartita improvvisa quella del senatore che nessuno avrebbe mai immaginato.

Moscardelli

“Al figlio Aldo e alla sua famiglia la mia vicinanza e sincere condoglianze – scrive in un post il senatore pontino del Pd Claudio Moscardelli -. Ho conosciuto Michele molti anni fa. Sindaco democratico cristiano di Formia, Presidente del Consiglio Provinciale con l’Udc e Senatore della Repubblica. Innamorato della sua Formia e della politica, uomo di grande intuito, ha segnato la storia politica della nostra provincia. Un avversario politico tenace e capace. Da poco aveva scelto di lasciare l’Udc per sostenere il Si alla riforma costituzionale. Ciao Michele!”

Della Penna

Il presidente della Provincia di Latina Eleonora Della Penna esprime, anche a nome del Consiglio provinciale e dei dipendenti tutti dell’ente, cordoglio per la scomparsa del senatore Michele Forte, consigliere provinciale già presidente del Consiglio provinciale dell’ente: “La scomparsa di Michele Forte è per noi motivo di cordoglio e anche ragione di riflessione. Oggi, di fatto, finisce un’epoca che ha visto il senatore Forte tra i protagonisti indiscussi della scena politica provinciale sin dagli anni della Prima Repubblica. Un’onda lunga, lunghissima, che lo ha portato fino ai giorni nostri e che ha saputo mantenere viva, potente, con una forza di volontà che ho sempre considerato straordinaria. Michele Forte non era un politico ordinario, la sua straordinarietà stava nel fatto di sapere interpretare la politica, i fatti che accadono intorno ad essa e costruire, ogni volta, un percorso capace di raccogliere consensi e dare rappresentatività alle iniziative di partiti che lo hanno visto leader indiscusso in ambito provinciale. Ho avuto modo di parlare con lui e con il sindaco di Formia Sandro Bartolomeo proprio martedì scorso, subito dopo il Consiglio provinciale. La sua caparbietà lo portava spesso a sollecitarmi, nella veste di presidente ma anche di sindaco di Cisterna, per la risoluzione dei più disparati problemi della sua città ma anche della nostra provincia. Mancherà il suo spirito combattivo, mancheranno i suoi rimproveri, mancherà sentire la sua voce lungo i corridoi durante gli incontri infiniti che teneva, puntualmente, nella sua stanza in via Costa. Mancherà la sua forza e il suo sarcasmo. Mancherà anche a chi forse, pur non avendo vissuto direttamente il suo percorso politico, ha imparato ad apprezzarne l’entusiasmo e la forza di volontà che solo un politico di razza come lui poteva vantare”.

Zaccheo

“Con tristezza – sono le parole dell’ex sindaco di Latina Vincenzo Zaccheo – ho appreso dell’improvvisa scomparsa del Senatore Michele Forte. Un uomo profondamente innamorato della politica e della sua terra che nel corso degli anni ha ricoperto alcune tra le cariche istituzionali più importanti della nostra provincia senza mai mettere da parte la sua umanità e la sua capacità di dialogo. Del senatore Forte ho due ricordi molto intensi. Il primo quando da giovane Consigliere Regionale, appena eletto nelle fila dell’Msi, mi recai a Formia per assistere ad un dibattito in Consiglio Comunale e per incontrare alcuni amici del partito. Lui mi vide, interruppe i lavori dell’assise e venne personalmente a stringermi la mano per portarmi i saluti dell’Aula. Il secondo quando venne a mancare Giorgio Almirante e arrivò presso la nostra Federazione il suo messaggio di cordoglio personale indirizzato alla famiglia Almirante. Fui io stesso a riceverlo e lo apprezzai molto in un momento in cui la contrapposizione ideologica era ancora molto forte nella nostra Repubblica. Alle volte ci siamo trovati su fronti opposti ma ho sempre rispettato la sua figura umana e la sua capacità di mediare anche nelle situazioni più spigolose. Così come ho sempre apprezzato il suo instancabile lavoro rivolto con passione alla sua città. Un sentimento che credo gli abbia regalato maggior soddisfazione nell’essere eletto Sindaco di Formia, ancor più che Senatore della Repubblica. Oggi alla sua famiglia e ai suoi cari esprimo il mio più sincero cordoglio per la sua scomparsa”.
Bartolomeo
“In molti – commenta il sindaco di Formia Sandro Bartolomeo – mi hanno chiesto dichiarazioni e giudizi sulla persona e la figura di Michele Forte. Comprendo perfettamente che, essendo stati per tanti anni protagonisti della vita politica cittadina, qualcuno possa immaginarsi chissà quale considerazione da parte mia. In realtà, il mio giudizio è piuttosto semplice: emotivamente, sono molto dispiaciuto. Michele è stato un cittadino ed un amministratore impegnato nella sua città senza risparmio di energie. Sul piano politico, pur essendo stati per tanti anni avversari, abbiamo sempre avuto un rapporto di stima e rispetto reciproci. Negli anni in cui abbiamo amministrato la città, le tante cose che abbiamo realizzato sono state per una buona parte anche il frutto di azioni convergenti. Mi piace pensare a come il recupero archeologico della città abbia coinvolto, specie nell’ultimo mandato, anche la sua Amministrazione. Da sindaco, quindi, nella certezza che i cittadini sapranno conservare la parte migliore del ricordo di questa persona e dell’amministratore, gli tributo un doveroso omaggio non solo personale ma a nome dell’intera città. A sua moglie, la signora Liliana, ai figli Aldo e Sonia pervengano le mie condoglianze più sentite, unite al ricordo delle tante battaglie combattute”.
Info
La famiglia comunica che le esequie si terranno il giorno venerdi 30 settembre alle ore 15.30 presso la Chiesa Cuore Immacolato di Maria , Villaggio Don Bosco, Via Appia lato Napoli Formia. La camera ardente è allestita presso il Comune di Formia, sala Ribaud terzo piano, dalla data odierna fino alle ore 20.00 e domani dalle 8.00 alle ore 15.00
Indirizzi
Sig.ra Forte, Liliana D’Onorio De Meo – Via Amendola, 3 04023 Formia
Aldo Forte (figlio) Via Teodoro Monticelli, 5 00197 Roma
Dott.ssa Sonia Forte (figlia) Via Vincenzo Ranieri, 44 00142 Roma

LE VOSTRE OPINIONI

commenti