Latina, Coletta alla festa dei nonni con gli alunni della scuola Celli

295

C’era anche il Sindaco di Latina, Damiano Coletta, all’appuntamento organizzato mercoledì scorso presso il centro sociale Vittorio Veneto per la sesta edizione di Nonni in Festa, che ha coinvolto 91 bambini, della Scuola dell’infanzia “Celli” appartenenti all’Istituto Comprensivo n°5 di Latina, diretto dal dirigente scolastico Antonino Leotta. L’evento promosso dal centro sociale anziani di via Vittorio Veneto, fortemente voluto come ogni anno dal presidente Aldo Pastore e dal Comitato di gestione, è stato realizzato grazie all’impegno  delle insegnanti Stella Carcasole, Emilia De Nardis, Marianna de Micco, Loretta Grassucci, Anna Muccitelli, Anna Maria Nardocci, Barbara Pagliarello, Rita Parisotto, Graziella Quinto, Rachele Di Legge.

Il ruolo dei nonni nella famiglia di oggi

“In ogni famiglia i nonni hanno un ruolo speciale: hanno storie da raccontare, esperienze da tramandare e un grande affetto da donare. Un grande patrimonio che esiste fra nipoti e nonni, una ricchezza che occorre sostenere e per cui dire grazie – spiegano le insegnanti  – Il 2 ottobre di ogni anno si celebra la festa dei nonni, istituita nel 2005 dal Parlamento italiano: una festa giovane dal sapore antico, che riconosce ufficialmente il ruolo fondamentale dei nostri nonni e questo evento si inserisce proprio in questo contesto. Durante l’incontro nonni e nipoti hanno partecipato a un percorso composto da varie aree gioco; interagendo con i relativi animatori ever green, i bambini hanno potuto conoscere e imparare i giochi di quando anche i loro nonni erano piccoli e gli anziani ritornare bambini rifacendo i giochi di una volta”.

L’iniziativa, coordinata dalla direttrice Graziella Astolfi, è stata organizzata con entusiasmo dal Centro Socio-Culturale Anziani dopo aver sentito gli insegnanti della Scuola dell’infanzia all’Istituto Comprensivo n°5 di Latina, proprio perché tali attività facilmente favoriscono le interazioni generazionali tra giovanissimi e anziani in una dimensione ludico-affettiva di scambio attraverso gesti e racconti.

I giochi di oggi e di ieri

I bambini hanno aperto la mattinata con poesie e canti dedicati ai loro nonni e agli anziani del centro. Quindi si sono organizzati in gruppi per visitare interattivamente le varie aree gioco, per vedere e toccare con mano il fatto che anche i nonni sono stati bambini giocherelloni e vivaci come loro. Infine, i piccoli alunni hanno assistito a uno spettacolo di marionette preparato appositamente per loro da quei generosi, pazienti, disponibili, simpatici, premurosi nonni del centro sociale Vittorio Veneto di Latina. I festeggiamenti si sono conclusi gustando tutti insieme una merenda offerta dal centro sociale e con la distribuzione a ogni bambino di un piccolo regalino da portare a casa come ricordo concreto di questa mattinata che sarà indimenticabile. Non poteva mancare a questo appuntamento, il sindaco Damiano Coletta che ha sottolineato l’alto valore di queste iniziative, poiché gli anziani ricoprono un ruolo fondamentale sia sotto il profilo demografico, che sociale e umano.

 

 

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti