Latina, “Musica per le tue parole”: primo appuntamento a La Feltrinelli

147

12 tracce. 12 brani. 12 spunti per creare un ponte di emozioni tra le parole e la musica. E’ questo il cuore dell’iniziativa dell’anno 2015, promossa dall’associazione dei “Giovani Filarmonici Pontini” diretti dal Maestro Stefania Cimino e dal direttore della libreria Feltrinelli di Latina, Massimo Bortoletto. Una iniziativa che ha riscosso un notevole successo e che sarà ripetuta alle ore 18.00 di domani, venerdì 30 settembre, presso la libreria Feltrinelli di Latina con il primo di una serie di incontri per confermare l’esaltante partecipazione della cittadinanza di Latina che, proprio per la bontà e la purezza dei valori su cui è fondata, dimostra che quando c’è determinazione e voglia di fare nessun ostacolo sia insuperabile.

La realizzazione del Primo CD “Musica per le tue parole” ha concretizzato la forza del progetto in un mondo di colori fatto di partecipazione, di entusiasmo, e di passione ed ha trovato la professionalità e l’eccellenza di musicisti, tutti giovanissimi e tutti della provincia di Latina, che hanno deciso di utilizzare i propri strumenti per donare e donarsi agli altri. Il Cd realizzato testimonia come l’unione tra musica e parole inaspettate, perché figlie della sensibilità di ciascuno, del modo con cui il singolo si approccia ai testi e alla lettura, possa essere il filo conduttore e lo strumento con cui voltare, davvero, le spalle alle solitudine.

In questa opera si potrà riscoprire l’anima comune di una città, Latina, e della sua provincia, il suo spirito geniale e spregiudicato, il volto di tutti gli artisti e dei componenti delle band che hanno contribuito a colmare dall’interno lo spazio identitario ed emotivo di una società che è ancora, disperatamente, alla ricerca di se stessa. Con questa opera gli autori e i promotori dell’iniziativa si ripropongono l’ambizioso obiettivo di offrire a ciascuno di noi la chiave di volta per riaprire il cassetto dei sogni dimenticando, almeno per un istante, le brutture e i limiti a cui la vita ci pone di fronte. Perché è nella musica che possiamo trovare le parole perdute o che pensavamo di non avere. Ed è nella lettura, in quella splendida sequenza che sono le parole in una frase, che possiamo scovare la musica che pensavamo di non possedere. Il tutto sospesi tra quello che pensiamo di essere e quello che possiamo diventare. Tracce. Brani. Spunti perché ciascuno possa iniziare a scrivere la sua favola, con mostri da abbattere, castelli da espugnare, battaglie da vincere. Ma sempre nella consapevolezza che se non smettiamo di sognare, di lottare in quello in cui crediamo davvero, tutto è possibile.

Questa serie di incontri saranno annunciati sulla pagina Facebook “I Giovani Filarmonici Pontini” e condurranno i partecipanti a promuovere la lettura attraverso la musica.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti