Con una difesa da inventare (out Dellafiore, Garcia Tena e Pinato per infortunio) il Latina cerca un risultato positivo sul difficile campo di Cesena. I romagnoli, partiti con obiettivi importanti, hanno infatti finora ha deluso le aspettative (una  sola vittoria) e sono chiamati a riscattarsi proprio contro i pontini.

Primo tempo

Il Latina, nonostante le assenze (esordio in difesa di Coppolaro) parte bene, in particolare con Acosty, devastante sulla corsia destra. Il ghanese al 6′ serve al centro per Paponi, di un soffio in ritardo ma, appena un minuto dopo, su un’ azione fotocopia, sempre Paponi anticipa tutti in area di rigore e gira di destro alle spalle di Agazzi. Il vantaggio, ancora una volta, dura poco perché al 13′, su calcio di punizione centrale da oltre 20 metri, Ciano disegna di sinistro una parabola imprendibile alla destra di Pinsoglio e agguanta il pareggio. La partita è aperta, con il Latina che non si limita a difendere ma dimostra personalità e al 30′ De Vitis impegna Agazzi con un tiro dalla distanza. Vivarini, nonostante le assenze, sta avendo ottime risposte dall’ esordiente Coppolaro, sempre attento e dal “ripescato” Rocca, autore di buone iniziative sulla fascia sinistra. La frazione ben giocata dai pontini si chiude così con un’ altra azione travolgente sulla destra di Acosty che, al 44′, spara alto appena entrato in area. Un buon Latina finora, peccato per l’ ennesima rimonta subita, questa volta a causa di prodezza individuale.

Secondo tempo

Parte di slancio il Latina e al 7′ Boakye, servito da uno splendido colpo di tacco, supera Agazzi in uscita, ma il pallone esce di poco oltre la traversa. Brivido per i nerazzurri al 16′ quando Cinelli gira fuori da ottima posizione un cross dalla destra di Balzano. Insistono i romagnoli e al 20′ Bruscagin si immola e chiude su Garritano ben lanciato e solo davanti a Pinsoglio. E’ un momento favorevole al Cesena, ancora pericolosa al 25′ con Djuric che, dopo essersi girato nell’ area piccola, impegna Pinsoglio con un tiro ravvicinato. L’ attaccante bosniaco è scatenato e al 30′, dopo aver superato di forza Brosco, batte Pinsoglio con un rasoterra sul secondo palo. Il Latina prova a reagire ma concede spazio agli avversari, vicinissimi al terzo gol al 36′, quando Pinsoglio salva in uscita su Garritano e, sulla respinta, Bruscagin salva sulla linea la ribattuta di Ciano a colpo sicuro. Nerazzurri stanchi e Pinsoglio ancora protagonista al 42′ con una respinta su tiro dello scatenato Garritano. Latina indomito a al 48′, quando la partita sembra ormai finita, il giovane Rolando, da poco entrato, gonfia la rete con un tiro di controbalzo all’ interno dell’ area di rigore. E’ un punto d’ oro e meritato per la squadra di Vivarini che, dopo un ottimo primo tempo, ha sofferto la reazione del Cesena ma ha mai mollato ed è stata premiata proprio nel finale.

CESENA – LATINA 2 – 2

Cesena: Agazzi, Balzano, Perticone, Ligi, Renzetti, Kone, Schiavone (dal 25′ st Laribi), Cinelli, Ciano (dal 32′ st Cascione), Djuric, Di Roberto (dal 1′ st Garritano). A disp: Agliardi, Filippini, Rigione, Capelli, Dalmonte, Panico. All.: Drago.

Latina: Pinsoglio, Bruscagin, Brosco, Coppolaro, Di Matteo (dal 33′ st Rolando), Acosty, De Vitis (dal 10′ st D’ Urso), Rocca, Paponi, Boakye (dal 30′ st Corvia). A disp: Tonti, Bandinelli, Moretti, Maciucca, Marchionni, Amadio. All.: Vivarini.

Marcatori: 7′ Paponi (LT), 13′ Ciano (CE), 30′ st Djuric, 48′ st Rolando (LT)

Arbitro: Di Martino di Teramo. Assistenti: La Penna di Molfetta e Lanotte di Barletta. Quarto uomo: Cipriani di Teramo.

Ammoniti: Brosco (LT), Perticone (CE), Bruscagin (LT), Mariga (LT)

LE VOSTRE OPINIONI

commenti