Aprilia, differenziata spinta contro gli impianti impattanti per il territorio: la ricetta del PD

113

Un sistema di raccolta dei rifiuti incentrato ancora sull’indifferianziata, sui TMB e sulled discariche. Serve un cambiamento di tendenza per portare al massimo la raccolta differenziata per rompere il monopolio privatistico sulla raccolta dei rifiuti. E’ quanto dichiarato dal Partito Democratico di Aprilia, che attraverso una nota stampa chiede alle istituzioni locali, Regione, Provincia e Comune un impegno chiaro per riciclare di più e ridurre il quantitativo di indifferenziata, l’unica strada per avere meno impianti inquinanti sui territori. “I centri TMB ovvero gli impianti di trattamento meccanico biologico aerobico- si legge nella nota-  rappresentano la moderna soluzione per il mantenimento di un sistema di gestione dei rifiuti solidi urbani, che si basa sulla raccolta indifferenziata. In altre parole, quei sistemi di gestione dei rifiuti, come quello che viviamo sulle nostre spalle, che si basano sull’utilizzo degli impianti di trattamento meccanico biologico aerobico per poter sopravvivere hanno bisogno di un sistema di gestione incentrato su una raccolta indefferenziata dei rifiuti che attraverso il passaggio intermedio in questi impianti arrivi agli inceneritori e alle discariche. Non può esserci TMB senza discarica ed inceneritori e non possono esserci entrambi senza raccolta indefferenziata ed è questo che oggi rende tutti noi vincolati ad un sistema che oltre ad essere dannoso all’ambiente si scarica attraverso le alte tariffe di conferimento, rese possibili da posizioni di monopolio privato nella gestione degli impianti, sui già martoriati bilanci delle nostre famiglie. Una politica seria e rispettosa dell’ambiente DEVE spingere forte sul pedale della raccolta differenziata al fine di incrementare al massimo i materiale recuperati chiudendo, da un lato, i ribunetti che oggi alimentano gli impianti di TMB e le discariche di servizio ed aprendo, dall’altro, quelli volti a garantire la costruzione di una società che non spreca ma recupera nel pieno rispetto del nostro ambiente.E’ questo che il Partito Democratico di Aprilia chiede alle istituzione tutte, da quella comunale, provinciale e regionale per segnare quella svolta nella gestione del  nostro territoirio indispensabile per lasciare alle generazioni future un mondo migliore. No alla discarica, no all’indifferenziata. Si al riciclo, si alla differenziata”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti