Latina, armatura ossidata: ordinata la verifica statica di un edificio di via Adua

228
Una veduta di via Adua

Dal distacco dell’intonaco all’ossidazione dell’armatura dei balconi. Ce ne è abbastanza per ordinare la verifica statica dell’edificio senza alcuna parte esclusa. Il provvedimento del sindaco di Latina Damiano Coletta, scaturito dal verbale di sopralluogo dei Vigili del fuoco, effettuato presso il civico 34 C di via Adua, ha come destinatario l’amministratrice del condominio a cui si dà dieci giorni di tempo per comunicare al Comune le risultanze dell’accertamento. Nell’ordinanza del sindaco si precisa che, in caso venga accertato lo stato di pericolo, l’edificio dovrà essere sgomberato vietandone l’accesso e l’uso a qualsiasi persona. Nel frattempo è ordinata l’immediata interdizione, in via cautelativa, con nastro stradale bicolore, al passaggio pedonale sotto i balconi interessati dalla caduta di parte di intonaco, e la realizzazione di una struttura fissa a protezione del transito delle persone nella scala C dell’edificio, composto da tre corpi di 13 piani fuori terra. L’ordinanza sindacale avverte che ogni responsabilità civile e penale per danni a persone e cose, dovuti all’inosservanza dell’atto, è a totale carico dei proprietari dell’immobile o comunque chiunque avente causa o diritto sul fabbricato, quale anche l’amministratore del condominio.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti