Acqualatina, dopo la campagna per il risparmio idrico via al potenziamento del servizio

129

E’ terminata in questi giorni la campagna Acqualatina 2016 improntata al risparmio idrico con la divulgazione di informazioni utili a migliorare l’utilizzo delle risorse e alla salvaguardia ambientale, sulle spiagge e nelle piazze, con gadget per adulti e bambini. Un impegno capillare sul territorio della provincia pontina, che quest’anno ha coinciso anche con un piano straordinario di interventi messi in piedi dal gestore per contrastare le emergenze e i disagi per la cittadinanza chiamata a fare i conti con il fenomeno della carenza idrica estiva.

Il coinvolgimento delle scuole

Presso gli sportelli Acqualatina e i Punti Acqua comunali, inoltre, sono stati affissi dei manifesti con il consueto cuore d’acqua e il simbolo della campagna 2016: il disegno vincitore del primo premio del concorso “Disegna il Risparmio Idrico”, indetto da Acqualatina spa in concomitanza con il Progetto “A lezione d’acqua” dedicato alle scuole dell’Ato4, realizzato dalla scuola “Amante” di Fondi.

La collaborazione con Legambiente

Quest’anno, inoltre, la campagna ha visto la partecipazione di Acqualatina all’iniziativa “Puliamo il mondo” realizzata da Legambiente nel Comune di Terracina. Un’ottima occasione in più per portare i valori del risparmio idrico all’interno di un contesto teso a promuovere la salvaguardia ambientale.

L’impegno del gestore per potenziare il servizio

“Vorrei ringraziare sia tutti i cittadini-utenti che hanno preso parte alla nostra campagna, sia Legambiente, per il cortese e apprezzato invito – afferma il Presidente di Acqualatina, Giuseppe Addessi. Anche quest’anno, il territorio ha dimostrato di avere davvero a cuore la tutela delle risorse idriche e la salvaguardia ambientale. Valori, questi, che acquistano ancora più importanza, in un contesto storico così caratterizzato da siccità e carenze idriche che stanno mettendo in difficoltà sia il nostro territorio che il resto d’Italia”. Quest’anno, la campagna per il Risparmio idrico, appuntamento fisso per il gestore, infatti, ha rivestito un carattere di particolare importanza, vista la concomitante carenza idrica che sta interessando molte zone dell’Ato4, in particolare il sud pontino. Per far fronte all’emergenza e minimizzare quanto più possibile l’impatto sulla cittadinanza, Acqualatina ha approntato da subito anche un piano di azione eccezionale che ha garantito, già nell’immediato, un contrasto dei fenomeni, per quanto possibile. Tuttavia, come chiarito anche nel corso dell’incontro del 7 settembre, al quale hanno partecipato il Gestore, l’Ato4 e i Sindaci del sud pontino, per fronteggiare e scongiurare future problematiche di questo tipo occorre pianificare interventi più strutturati e modifiche infrastrutturali.

La necessità di nuovi investimenti

Nel corso dell’incontro è stato individuato, così, come soluzione alle attuali e future problematiche, un importante rafforzamento del piano degli investimenti che dia priorità massima al potenziamento dell’attuale sistema di approvvigionamento e all’individuazione di nuove fonti, garantendo, al contempo, un’accelerazione delle azioni di ricerca delle perdite fisiche, progetto sul quale il gestore del servizio idrico è già al lavoro da tempo.

img_1910

LE VOSTRE OPINIONI

commenti