Latina, discoteca ritrovo di pregiudicati: il Felix chiuso dopo l’omicidio. Il decreto del Questore

172

La Polizia di Stato, Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale e dell’Immigrazione (Pasi),  questa mattina, ha chiuso la discoteca Felix di Latina con un provvedimento del Questore Giuseppe De Matteis si sensi dell’articolo 100 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza per 120 giorni. Il provvedimento si è reso necessario a seguito del gravissimo fatto di sangue avvenuto lo scorso 25 settembre, quando nel noto locale di via don Torello si è consumato l’omicidio di Marius Arinei, cittadino romeno trentacinquenne, pregiudicato, colpito all’inguine da un fendente che gli ha reciso l’arteria femorale, provocandone la morte per dissanguamento.

Le immediate indagini degli uomini della Polizia di Stato, coordinate dalla Procura della Repubblica del capoluogo pontino, hanno tempestivamente consentito l’individuazione e la cattura dei responsabili dell’omicidio. Nel locale, tuttora sottoposto a sequestro a disposizione dell’Autorità giudiziaria, era in corso l’elezione di Miss Romania a Latina, alla quale, tra gli altri, partecipavano anche diversi soggetti pregiudicati di origine romena e italiana. Tale circostanza, unita all’estrema gravità dell’evento delittuoso commesso all’interno del locale, ha fatto luce sulle particolari condizioni di pericolo per l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini, atteso che il locale stesso è risultato frequentato e punto di riferimento per persone pluripregiudicate, dedite a porre in essere situazioni di fatto tali da mettere a rischio l’ordine e la sicurezza pubblica.

L’odierno decreto di sospensione della licenza emesso dal Questore di Latina fa seguito a analoghi provvedimenti (ben 8) irrogati nella provincia pontina, nel corso del 2016, a carico dei titolari di esercizi pubblici (bar, discoteche, supermarket) ove sono stati registrati gravi reati oppure solo considerati ritrovo di pregiudicati.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti