Avanguardia nella sostenibilità, ad Abbvie la certificazione “Gold” di eccellenza

128

A Campoverde un sito di eccellenza assoluta, AbbVie si conferma leader anche nei sistemi di gestione. La multinazionale biofarmaceutica orientata alla ricerca, leader nello sviluppo e produzione di trattamenti innovativi, ha ricevuto il riconoscimento “Gold” da parte dell’istituto di certificazione Certiquality, organismo accreditato nella certificazione dei sistemi di gestione per la qualità, l’ambiente, l’energia, la sicurezza sul lavoro, nella certificazione di prodotto, del personale e nella formazione.
“Sono ancora pochissime le realtà che in Italia hanno implementato ed efficacemente attuato un sistema di gestione per la Qualità,  l’Ambiente, la Salute e Sicurezza e l’Energia” afferma Umberto Chiminazzo, Direttore Generale di Certiquality.
Proprio per queste aziende Certiquality ha istituito nell’anno 2010 il Riconoscimento di Eccellenza Gold, al fine di sensibilizzare sull’importanza di un controllo di tutti gli aspetti relativi a tali tematiche, nella convinzione che la loro corretta gestione insieme ad una conduzione responsabile dell’impresa costituiscano sempre più elementi distintivi e di competitività per le organizzazioni.

Il Riconoscimento Gold  riguarda ancora un numero estremamente limitato di aziende, circa una decina.  Va ricordato che  in Italia a fronte di oltre 80.000 aziende certificate per la qualità, si contano circa 9.200 certificazioni ambientali e quasi 4.500 per la sicurezza sul lavoro e meno di 250 sul tema dell’energia.
“Le aziende che hanno ottenuto il Riconoscimento Gold rappresentano pertanto una nicchia virtuosa” prosegue Umberto Chiminazzo. “Dal nostro osservatorio, AbbVie si dimostra all’avanguardia sui temi della sostenibilità e della Qualità e le certificazioni a fronte di norme internazionali, derivanti da un controllo terzo indipendente, tutelano le imprese dal rischio di autoreferenzialità. Mantenute nel tempo attestano la serietà di un percorso che passa attraverso l’individuazione, l’implementazione, la gestione sistematica di best practice. Una serietà che trova riscontro concreto nella strada di miglioramento continuo intrapresa da AbbVie negli anni, che la vede nel settore farmaceutico oggi prima azienda ad ottenere il Riconoscimento Gold, come in passato prima a conseguire la certificazione 50001 sull’efficienza energetica”.

Francesco Tatangelo, direttore di stabilimento AbbVie Italia, nell’esprimere la soddisfazione per il riconoscimento ottenuto da Certiquality ha commentato “Si tratta di un risultato che premia l’impegno costante e a 360 gradi messo in atto da tutti i dipendenti nella nostra azienda per ridurre l’impronta ambientale e per raggiungere sempre maggiori risultati in termini di qualità, salute, sicurezza ed efficienza energetica. Ad attestarlo peraltro i dati riportati nella Dichiarazione Ambientale 2015 disponibile proprio in questi giorni sul nostro sito. Dal documento si rileva che, nonostante l’aumento della produzione, lo stabilimento AbbVie Italia è riuscito nel periodo 2005-2015 a ridurre del 40% il consumo dell’acqua di falda, a mantenere  l’impegno di zero rifiuti inviati in discarica e a destinarne oltre l’80% al recupero”.

Non meno ambiziosi gli obiettivi futuri, in linea con i target fissati a livello globale da AbbVie per il 2020 rispetto al 2015 . “Si tratta di traguardi per noi molti impegnativi considerati gli importanti risultati ottenuti finora” ha precisato Tatangelo e ha concluso “Basti pensare che a fronte di un incremento della produzione atteso a seguito del nuovo investimento di 60 milioni di dollari in corso di realizzazione contiamo nel 2020, grazie ad un programma articolato di interventi, di abbassare ulteriormente del 10% il consumo di acqua e inoltre di ridurre ancora del 10% i rifiuti  generati per unità di prodotto, in un’ottica di miglioramento continuo.”

LE VOSTRE OPINIONI

commenti