Latina, la sospensione del bando rifiuti approda in Consiglio comunale

145

Il bando di gara per l’affidamento del servizio rifiuti redatto durante la gestione commissariale e sospeso dall’Amministrazione Comunale è oggetto di una mozione e di un’interrogazione che verranno discusse giovedì 20 ottobre, la prima in Consiglio   Comunale, la seconda nella seduta di Question Time che precederà la riunione dell’assise cittadina.

Enrico Forte, Nicoletta Zuliani e Massimiliano Carnevale, firmatari della mozione, partono dalla nota con cui il sindaco ha chiesto la sospensione del bando e in cui Coletta fa riferimento a delle osservazioni sollevate da più parti sulla correttezza della procedura e all’esigenza di scongiurare il rischio di esporre l’Ente a responsabilità e contenziosi per chiedere al Sindaco e alla Giunta l’impegno di verificare eventuali profili di illegittimità nel bando, l’eventuale presenza di infiltrazioni malavitose, di condizioni di responsabilità e di situazioni potenziali di contenzioso per il Comune informando tempestivamente il Consiglio.

All’ordine del giorno della seduta c’è una seconda mozione, presentata da Forte e Zuliani, avente come oggetto la realizzazione sul territorio comunale di un centro residenziale con servizi socio-riabilitativi, intervento per cui è stata incaricata la cooperativa Spazio Verde con delibera di Giunta regionale n.381 del 25 marzo 2005 e per il quale la cooperativa aveva chiesto al Comune l’assegnazione di un’area idonea che era stata individuata in un terreno di proprietà comunale ricadente nel Ppe Q/2. L’iter per l’assegnazione dell’area e per la realizzazione dell’intervento di edilizia agevolata non ha avuto seguito a causa della caduta della Giunta Di Giorgi. La mozione dei Consiglieri del Pd per impegnare la nuova Amministrazione a riprendere in mano la questione valutando l’area precedentemente individuata, convocando una Conferenza di servizio per definire procedure e modalità di realizzazione dell’intervento di ERP, informando gli uffici regionali della ripresa dell’iter di assegnazione per attivare il conseguentemente finanziamento.

I lavori del Consiglio inizieranno dopo la seduta dedicata al Question Time. Due le interrogazioni oggetto della discussione in aula che inizierà alle 9.00. Nicoletta Zuliani chiede al Sindaco e all’Assessore all’Ambiente notizie sul bando per la gestione del servizio rifiuti: se è vero che la richiesta di parere sulla gara non è stata ancora inviata all’Anac, perché si è parlato di richiesta inoltrata salvo poi smentire l’invio, posto che non si è chiesto parere all’Autorità Anticorruzione con quali atti gestionali e secondo quale indirizzo politico si mantiene “sospesa” la gara per l’affidamento del servizio, come l’Amministrazione intende procedere rispetto al rischio di infiltrazioni e illegalità nella procedura rilevato dal Sindaco.

La seconda interrogazione è a firma di Enrico Forte e ha per oggetto lo spartitraffico di Via Eugenio di Savoia sito tra l’ex cinema Giacomini e il bar Mimì. Il capogruppo del Pd sottolinea l’incuria cui è abbandonato, i diversi incidenti che causa, le sollecitazioni di cittadini e associazioni alla precedente e alla nuova Amministrazione per avere chiarimenti sulla procedura adottata per l’installazione cadute sempre nel vuoto. Fatte queste premesse Forte chiede all’Assessore ai Lavori Pubblici Gianfranco Buttarelli se lo spartitraffico è stato regolarmente autorizzato, se sì quale iter amministrativo è stato seguito per la sua installazione.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti