Latina, la beffa del mare d’inverno: pubblicata la delibera, l’erosione avanza

212
Il litorale di Latina sottoposto ad erosione

E’ stata pubblicata oggi all’albo pretorio del Comune di Latina la delibera del Consiglio comunale del 29 settembre scorso relativa alla destagionalizzazione delle attività del lungomare. Ammesso che l’atto di indirizzo varato possa consentire agli operatori, che ne faranno espressamente richiesta, di mantenere in piedi le strutture balneari anche nei mesi invernali, come previsto dalla legge regionale, ci si chiede se lo “sfogo” del mare lo consentirà. Le foto scattate questa mattina illustrano un’evidente erosione della spiaggia che rischia lo sprofondamento dei manufatti in legno presenti sugli arenili.

Il sindaco Damiano Coletta
Il sindaco Damiano Coletta

Il sindaco Damiano Coletta, nei giorni scorsi, ha incontrato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, al quale ha “ricordato” anche il problema dell’erosione e la necessità di un piano che faccia fronte al fenomeno in maniera tempestiva e sinergica: “Affronteremo il problema in un evento organizzato dal Comune a cui parteciperanno tutti i Comuni che affacciano sul litorale e la Regione”, aveva reso noto il primo cittadino a margine dell’incontro.

Gianluca Di Cocco
Gianluca Di Cocco

Per l’ex assessore alle attività produttive Gianluca Di Cocco, che opera sulla Marina con il ristorante di famiglia, afferma che la drammatica situazione è ormai sotto gli occhi di tutti, degli imprenditori del settore balneare, dei cittadini e dei politici, anche di quelli che fanno finta di non vedere. “Che cosa si aspetta nel intervenire? – si domanda Di Cocco – Quando si vorrà impegnare, con un atto pubblico Zingaretti&co. nel proseguire i lavori di ripascimento e chiedere che fine ha fatto la famosa delibera che prevedeva uno stanziamento ad hoc per risolvere il fenomeno? Allo stato attuale e se non s’interviene immediate, tanti stabilimenti balneari, la prossima stagione estiva, non saranno messi neanche in una condizione minimale, per installare ombrelloni nella striscia di spiaggia a loro assegnata”. Secondo Di Cocco la responsabilità delle recenti dichiarazioni di decadenza delle concessioni marittime “per inattività” non sarebbero da ascrivere ai titolari. La colpa sarebbe da attribuire all’effetto dell’erosione che avrebbe sottratto spiaggia utile all’esercizio dell’attività balneare. In poche parole se gli operatori, titolari di concessione demaniale, non hanno aperto i lidi è perché non c’era spiaggia.

“Il rischio di tracollo economico è alle porte, servono interventi concreti e non le solite menate”, ha concluso Di Cocco aggiungendo anche che le mareggiate vere non sono ancora arrivate.

Intanto ricordiamo la denuncia di due giorni fa del meetup Latina 5 Stelle “I grilli e le cicale” relativa alla mancata pubblicazione della delibera sulla destagionalizzazione che è apparsa soltanto oggi all’albo pretorio.

delibera-di-consiglio-comunale-del-29-settembre-2016

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti