Rocca Massima, al via l’undicesima Sagra dei marroni. Ad Amatrice il ricavato della cena

150
Autumn chestnut mood

Week end a base di sapori e tradizioni a Rocca Massima per l’11° Sagra dei Marroni.
Organizzata dal Comune e dall’associazione Castagna di Rocca Massima, la sagra è ormai un appuntamento atteso soprattutto per la degustazione di ottime caldarroste ma anche per le folcloristiche manifestazione che animano la due giornate nella città più alta dei Lepini.
Una manifestazione che quest’anno sarà anche solidale. Infatti l’amministrazione comunale ha aderito all’appello dell’Anci Lazio destinando una somma per la ricostruzione di Amatrice.
Non solo. La sagra proporrà, come piatto servito nella serata di sabato, gli spaghetti alla amatriciana devolvendo l’intero incasso della serata alla popolazione colpita dal sisma del 24 agosto scorso. Le somme dell’amministrazione e quella della sagra verranno consegnate nelle mani di una delegazione di Amatrice che sarà presente alla manifestazione.

Fitto il calendario di appuntamenti che avranno inizio nel pomeriggio di domani con l’esposizione, alle 16,30, dei camion e motrici; a seguire la dimostrazione di volo dei falchi reali e la sfilata in costumi d’epoca accompagnata dagli sbandieratori “Leone rampante” di Cori. Dalle 19 si degusteranno le squisite caldarroste nello stand dell’associazione con intrattenimento musicale a cura di Gianpiero Gotti e cena benefica a base di spaghetti alla amatriciana. Domenica mattina è prevista alle 10 il raduno e sfilata per le vie del paese del Vespa Club Pontinia e poi dei trattori e motrici. Alle 10,30 la Santa Messa con benedizione della manifestazione e al termine il corteo per il centro storico con dame in costumi d’epoca e popolane in costumi locali. Alle 12,30 giungerà l’attesa fiaccola portata da due paggetti per la tradizionale accensione dei bracieri da parte del sindaco Angelo Tomei.

La fiaccola sarà scortata da due gendarmi, due cavalieri a cavallo e accompagnata da un cavallo acrobatico della scuderia di Paolo Silvestrini, dal somaro della scuderia Pistola che in groppa porterà un carico di castagne e dagli Sbandieratori storici della contrade di Cori.
Dopo il pranzo in piazza a base di penne al tonno e olive, salsiccia e cicoria, si terrà lo spettacolo del gruppo folcloristico Aria di casa nostra di Alatri e, a seguire, l’esibizione canora dell’artista rocchigiana Brina. Alle 17,30 la premiazione del concorso fotografico “Ri … scatta il castagno” con la consegna della targa “Amici Sagra dei Marroni 2016”.

Concluderà la manifestazione la cena in piazza con rigatoni arrabbiati, capocollo, cicoria, acqua, vino e la musica dei menestrelli “I rugantini” di Roma.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti