Tanta grinta ma zero punti per la Top Volley contro la Lube

129

Nonostante due ore di generosa resistenza la Top Volley non è riuscita ad interrompere il suo digiuno di vittorie ed è uscita a mani vuote dal confronto casalingo con la corazzata Lube Civitanova. I marchigiani hanno ceduto solo nel primo set, perso per 25-22, ma sono poi usciti alla distanza imponendosi con i punteggi di 25-21, 25-22 e 25-18. Nell’equilibrio generale hanno fatto la differenza come al solito i servizi di Juantorena, non a caso miglior giocatore del match con 17 punti.

 

LA CRONACA

S’inizia in equilibrio con i muri a farla da padrone Juantorena, Sokolov da una parte, Maruotti, Fei e Rossi dall’altra per il 16-15, ace di Christenson e Civitanova si riporta avanti ma è Alessandro Fei a chiamare la carica con un ace un contrattacco per portare i sui avanti 22-18 e poi chiudere 25-22. Inizia bene la Lube nel secondo set con un ace di Juantorena si porta 6-9, tre ace di Fei, Sokolov e Christenson per il 12-16, Rossi a muro riavvicina le distanze 14-16, un video check dal responso dubbio innervosisce il Latina sanzionata con un rosso (15-19) divario che si porta fino al termine sul 21-25. Terzo set con Cebulj e Gitto, si gioca palla su palla poi Cebulj al servizio (un ace) porta avanti i suoi 7-12, è la volta di Gitto (un ace) a riportare la parità sul 16, Juantorena sigla il 18-20 e Stankovic chiude 22-25. Quarto set con Cebulj e Gitto confermati, Latina con Gitto si porta avanti 5-2 e poi con un muro di Rossi allunga 7-3,  Juantorena al servizio (due ace) riposta la parità 10-10 Candellaro e Sokolov allungano 12-15 ritorna al servizio Juantorena che mette a segno tre ace (17-23) e poi Kaliberda chiude 18-25.

 

I COMMENTI

Daniele Sottile: “Abbiamo fatto una buona partita, quattro set di ottimo livello. Peccato per qualche decisione del video check. Noi dobbiamo lavorare per noi stessi, crescere gara dopo gara e andare avanti”.

Vincenzo Nacci: “Sapevamo le difficoltà di incontrare una squadra come la Lube. Poi Juantorena nel quarto set ha girato la gara. Rispetto a Verona e Ravenna si è visto il lavoro in palestra. L’obiettivo rimane quello di prendere qualche punto in questa fare dove incontriamo le migliori. Dobbiamo migliorare su alcuni fondamentali, ma siamo sulla giusta strada.

Damiano Coletta, sindaco di Latina: “Bello spettacolo! Complimenti a Latina che ha tenuto testa a Civitanova. Ci sono buone prospettive per andare avanti. La pallavolo è sempre uno sport che appassiona il pubblico”

Osmany Juantorena: “Una gara molto difficile, Latina ci ha messo in difficoltà, siamo stati bravi e lucidi a recuperare e a vincere. Ora che si gioca ogni tre giorni conta tanto stare bene fisicamente e continuare a lavorare in palestra”.

 

Top Volley Latina-Lube Civitanova 1–3 (25-22, 21-25, 22-25, 18-25)

Top Volley Latina: Maruotti 11, Rossi 8, Fei 19, Penchev 11, Quintana 2, Sottile; Fanuli (L), Pistolesi, Klinkenberg, Gitto. Ne: Strugar. All. Nacci

Lube Civitanova: Stankovic 3, Christenson 7, Juantorena 17, Candellaro 8, Sokolov 23, Kaliberda 9; Pesaresi (L), Grebennikov, Cebulj 4. Ne: Casadei, Kovar, Cester, Corvetta. All. Blengini

Arbitri: Goitre, Cipolla

Note Spettatori: 1600

Rosso a Latina per proteste nel secondo set sul 15-19

Durata set: 29‘, 31‘, 31‘, 29‘. Totale 2h00’

Latina: battute vincenti 4, sbagliate 18, muri 8, errori 25, attacco 49%

Civitanova: bv 11, bs 18, m 8, e 23, a 55%

MVP Osmany Juantorena

LE VOSTRE OPINIONI

commenti