Terracina, mensa scolastica: il Comune approva le tariffe e vara il “borsellino elettronico”

192

La Giunta comunale di Terracina, presieduta dal vice sindaco Roberta Tintari, nella seduta del 21 ottobre ha approvato le nuove tariffe per il servizio della mensa scolastica per l’anno in corso.

Queste le somme previste per il singolo pasto: alunni non residenti nel Comune di Terracina euro 4,56; residenti euro 2,05; indigenti euro 0,60. Si tratta di una novità per le famiglie di Terracina, che lo scorso anno avevano affrontato la questione mensa scolastica sulla base di un sistema tariffario quantificato in base al costo del blocchetto ticket comprensivo di 22 pasti. Quest’anno invece il nuovo sistema di prenotazione dei pasti avverrà attraverso il “borsellino elettronico”, che consente un caricamento libero in misura corrispondente al numero dei pasti che si intende prepagare.

L’attenzione alla qualità

“L’amministrazione comunale – sottolinea anche in questa occasione – di aver realizzato nel tempo per il servizio di refezione scolastica importanti azioni organizzative e gestionali, tese a conseguire l’innalzamento della qualità erogata sotto diversi profili: perseguimento di un effettivo miglioramento della qualità offerta, con particolare riguardo alla introduzione generalizzata di prodotti biologici, DOP e IGP, a freschezza garantita, a km zero, sia in termini di organizzazione, al fine di soddisfare al meglio i bisogni nutrizionali dei piccoli utenti del servizio offrendo una sana e corretta alimentazione; Realizzazione di un costante sistema di controlli e monitoraggi svolti attraverso il personale comunale”.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti