Circeo, via del Faro chiusa per frana. Chiesto finanziamento regionale per i lavori di somma urgenza

150
Il Comune di San Felice Circeo

L’amministrazione comunale di San Felice Circeo è alle prese con il dissesto idrogeologico che ancora una volta ha colpito l’unica strada di accesso a Quarto Caldo, via del Faro che è stata interdetta con apposita ordinanza. Il 14 ottobre scorso è avvenuto un distacco di materiale roccioso con blocchi di dimensione importante dal versante della parete soprastante via del Faro, a mezzo chilometro dall’imbocco del centro storico. La situazione è preoccupante sia in termini di compromissione della pubblica incolumità sia che di isolamento di Quarto Caldo dove si contano centinaia di residenze abitate anche d’inverno. La giunta comunale ha approvato un progetto per la messa in sicurezza della parete rocciosa i cui lavori, di somma urgenza, costerebbero 350mila euro. Un’opera che il Comune può finanziare con propri fondi solo in parte e per l’importo di 72.960,56 euro. Per questo motivo ha chiesto un contributo alla Regione Lazio in virtù del bando istituito con delibera di giunta regionale numero 511 del 4 agosto 2016. Non c’è tempo da perdere. Si spera che la Regione risponda al più presto alla richiesta di aiuto per il promontorio, parte integrante del Parco nazionale del Circeo.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti