Latina, a Borgo Montello la cittadella dello sport e della cultura. Il progetto pilota di Marchiella

357
Il campo sportivo di Borgo Montello

L’idea c’è e anche il progetto. Serve una sinergia tra Comune e Regione. Il consigliere comunale di Latina Andrea Marchiella si fa promotore di un’ipotesi progettuale calata nel contesto di Borgo Montello, a ridosso del campo sportivo e di un terreno di proprietà della Regione Lazio, per una struttura polivalente dedicata allo sport e alla cultura.

Andrea Marchiella
Andrea Marchiella

“Sono nato e cresciuto in questa zona alla periferia del capoluogo – spiega l’esponente di Fratelli d’Italia che in Consiglio siede all’opposizione – e sin da giovanissimo ho cercato di offrire il mio contributo in ambito sociale e politico, nell’offerta di servizi e iniziative per la comunità locale. Qui ho sempre riscontrato un grande clima di collaborazione e delle enormi potenzialità di crescita. Proprio nel segno di questa collaborazione tra i cittadini, le associazioni e le realtà lavorative, intendo promuovere un progetto basato sulla coesistenza tra diverse attività, sportive e culturali”.

Marchiella pensa al calcio, al calcio a 5, alla pallavolo, al tiro con l’arco e a svariate altre discipline, ma anche alla danza, a una scuola di musica, a un doposcuola curato da insegnanti qualificati, a una biblioteca e a laboratori creativi.

“Nella struttura si potrebbero poi attivare – spiega nel dettaglio – una lavanderia interna per il lavaggio del materiale sportivo, un’attività di ristorazione e una palestra per tutti i residenti. Sarebbe poi estremamente preziosa l’apertura di un centro fisioterapico, magari insieme ad altri servizi sanitari, come per esempio un laboratorio per analisi, da introdurre attraverso apposite convenzioni”.

La proposta di Marchiella non resta arginata alla sola idea. Il consigliere propone qualcosa di concreto: “Con l’ingegnere Roberto Belvisi abbiamo elaborato uno studio approfondito relativo allo stabile e all’area a ridosso del campo sportivo del borgo. Con il benestare del Comune potremmo ampliare quell’edificio, dalle dimensioni attuali di circa 400 metri quadrati, usufruendo di finanziamenti pubblici e del sostegno di numerosi privati interessati a sostenerci. Attraverso il via libera della Pisana, inoltre, disporremmo di un ampio terreno di proprietà della Regione, confinante con l’impianto. Sorgerebbe in questo modo un’imponente struttura circondata da ampi spazi verdi da destinare alle attività all’aperto, proseguendo così un lavoro già avviato in zona con la realizzazione del campo di calcetto, resa possibile dalla collaborazione di svariate componenti della comunità locale. L’impianto sarebbe affidato all’Asd Montello Calcio, solida realtà attiva da oltre 50 anni, pronta ad aprire le porte a qualsiasi associazione o società intenzionata ad essere coinvolta”.

Secondo l’esponente di Fratelli d’Italia tale iniziativa servirà a rilanciare una zona che non vuole più essere nominata soltanto per la discarica. Ma il centro sportivo non si fermerà a Borgo Montello: “Il nostro dovrà essere un progetto pilota, da estendere ad altri contesti del territorio comunale e da esportare anche in altri Comuni della provincia pontina. Per tale motivo intendo sottoporre il tutto all’attenzione del sindaco, Damiano Coletta, e dello stesso Governatore del Lazio, Nicola Zingaretti. Solo con le necessarie intese e sinergie, infatti, si potrà lavorare per il bene dei cittadini e per la crescita del territorio e delle periferie”.

qui-un-elaborato-del-progetto

LE VOSTRE OPINIONI

commenti