Latina, l’olandese Jozef Van Wissem live al Circolo Hemingway

126

Martedì 8 Novembre, alle ore 21, si terrà il concerto del musicista olandese Jozef Van Wissem presto il Circolo Hemingway, a Latina.

Jozef van Wissem [Maastricht, 1962] è un compositore e liutista olandese, musicista minimale. Compositore della colonna sonora dell’ultimo film di Jim Jarmusch “Only lovers left alive” e recente vincitore del premio, a Cannes, come miglior colonna sonora. Amico e collaboratore da anni del regista, con cui ha inciso 3 dischi, Jozef Van Wissem è diventato, a ragione, una specie di celebrità nel circuito della musica psych-folk connotata da derive sperimentali. “Concerning The Entrance Into Eternity” (2012 – Sacred Bones, realizzato in duo con Jim Jarmusch) ha infatti registrato un ampio consenso sia da parte della critica specializzata che di quel pubblico, ancor più selettivo, che divide i suoi ascolti tra neofolk e drone-doom- metal, ma che al contempo ricorda con affetto le trame acustiche, egregiamente strutturate, dell’ incomparabile John Fahey. Complice naturale di questo crescente successo raggiunto dal liutista, che ha coronato un paio d’anni or sono il suo primo decennio di carriera “in proprio”, è senza dubbio il suo nuovo amico Jim Jarmusch, presenza ormai fissa, e sicuramente discreta, in sala di registrazione come sul palco. Jozef van Wissem è rinomato per il suo approccio inusuale al liuto del Rinascimento ed al liuto barocco, probabilmente gli strumenti meno usuali nel mondo della musica contemporanea. Egli copia ed incolla brani classici, inverte melodie, aggiunge pezzi elettronici ed infine registra il tutto. Sebbene egli usi sottili manipolazioni elettroniche del suono, è rimasto in larga parte fedele al timbro ed alla risonanza particolari del liuto, oltre che alla tecnica classica utilizzata per suonare lo strumento.

Van Wissem ha iniziato ad essere conosciuto dal pubblico qualche anno fa, grazie al suo approccio concettuale radicale nel suonare il liuto del Rinascimento. Egli ha anche composto dei brani per liuto usando palindromi e strutture a specchio. La sua musica, quindi, non segue la tradizionale progressione lineare né sfocia in un climax, ma piuttosto rimane sullo stesso livello di intensità. Van Wissem possiede l’etichetta discografica Incunabulum, ha inoltre lavorato con artisti quali Maurizio Bianchi, James Blackshaw, Tetuzi Akiyama e Gary Lucas. Con Blackshaw ha formato il duo Brethren of the Free Spirit, il quale ha pubblicato due lavori con la Important Records. La rivista The Wire ha definito il suo album solista Stations of the Cross un “piccolo capolavoro”. Van Wissem ha tenuto delle conferenze alla Wesleyan University, al Mills College ed alla Cambridge University sul tema della “liberazione del liuto”. Ha inoltre ricevuto diverse commissioni e sovvenzioni, soprattutto dalla National Gallerydi Londra. Egli tiene circa 80 concerti all’anno, girando tutto il mondo, ed il suo album solista più recente è It is all that is made, pubblicato con la Important Records nel 2009. A van Wissem è stata commissionata, dalla National Gallery di Londra, la composizione di una melodia atta ad accompagnare il dipinto di Hans Holbein The Ambassadors.

Per info e prenotazioni tel. 3933364694

LE VOSTRE OPINIONI

commenti