Dissesto idrogeologico, stanziati finanziamenti per dieci Comuni pontini

461
Fabio Refrigeri

Grazie al Programma straordinario di interventi per il dissesto idrogeologico, la Regione Lazio ha stanziato 10 mln di euro destinati a 110 Comuni del territorio laziale. Sono stati approvati gli elenchi delle domande ammissibili, non ammissibili e ammissibili con riserva, presentate da parte dalle amministrazioni comunali con meno o più di 5 mila abitanti. I Comuni con meno di 5 mila abitanti contano 64 interventi ammissibili e 6 interventi ammissibili con riserva; le amministrazioni con invece più di 5 mila abitanti riportano 36 interventi ammissibili e 4 interventi ammissibili con riserva. Ammonta a 24 il numero complessivo delle domande non ammissibili. La Regione Lazio consentirà ai Comuni ammessi con riserva, 10 in tutto, di integrare la documentazione indicata acquisendo per gli stessi progetti il parere tecnico amministrativo dell’Area Genio Civile competente per territorio per produrla entro e non oltre il 18 novembre prossimo, pena l’esclusione dal finanziamento.

“Il finanziamento varato dalla Regione Lazio sul tema del dissesto idrogeologico rappresenta una boccata di ossigeno per il nostro territorio minato da calamità naturali – ha commentato l’assessore alle Infrastrutture, Politiche Abitative, Enti Locali, Fabio Refrigeri. Grazie alla programmazione che abbiamo stabilito, sarà ora possibile realizzare un piano diffuso di interventi intensivi di cui questa tranche rappresenta un primo momento determinante. Esprimo la gratitudine per il lavoro svolto dagli uffici regionali e ringrazio i sindaci per il senso di responsabilità con cui, ogni giorno, affrontano i temi più delicati del proprio territorio”.

In provincia di Latina, interventi in 10 comuni: Norma, Bassiano, Roccagorga, Maenza, Monte San Biagio, San Felice Circeo, Minturno, Sermoneta, Fondi, Terracina

“Si tratta di una iniziativa davvero importante – ha commentato il consigliere regionale pontino Enrico Forte – , in considerazione della necessità di curare il nostro territorio provinciale, minato dalla scarsa manutenzione oltre che da eventi naturali che si stanno concentrando in questi anni in maniera preoccupante».
Di seguito l’elenco degli interventi desunti dalla  Determinazione – numero G13045 del 07/11/2016 (Direzione Regionale: RISORSE IDRICHE E DIFESA DEL SUOLO / Area:  DIFESA DEL SUOLO E CONSORZI DI IRRIGAZIONE)
1) Monte San Biagio: Mitigazione del rischi idrogeologico per caduta massi e dissesti gravitativi sulla strada di pertinenza comunale di accesso al centro storico del Comune di San Biagio -interventi in zona R4
2) Norma: Stabilizzazione del versante e messa in sicurezza della SP Norbana nei tratti a maggior rischio di caduta massi  250.000
3) Bassiano: Opere di consolidamento e stabilizzazione del versante franoso che interessa l’area destinata a parcheggio pubblico in corrispondenza di p.zza G. Matteotti
4) Roccagorga: Mitigazione della pericolosità locale di una parete rocciosa finalizzati alla messa in sicurezza dell’adiacente edificio scolastico comprensoriale
5) Maenza: Lavori di messa in sicurezza dai crolli della strada comunale in loc. Le Rose
6) San Felice Circeo: Lavori di somma urgenza per messa in sicurezza parete rocciosa e strada adiacente Via del Sole a seguito di dissesto idrogeologico
7) Minturno: Lavori di messa in sicurezza della frana presente nel tratto stradale di Via zia Nicolina
8) Sermoneta: Intervento di messa in sicurezza dissesto idrogeologico in località Centro storico – Via G. Matteotti
9) Fondi (progetto ammesso con riserva:Consolidamento versante franoso sovrastante via Sant’Oliva
10) Terracina: dissesto idrogeologico Punta Leano tratto di strada comunale via Appia Antica località Le Mole, intervento di messa in sicurezza

LE VOSTRE OPINIONI

commenti