Latina, tornano i GANG con il live al Circolo Hemingway

90

Domani, 11 novembre, si terrà il concerto della storica formazione marchigiana dei GANG, alle ore 21, presso il Circolo Hemingway a Latina. L’evento è organizzato dall’Associazione Helzapoppin in collaborazione con “Ecomusicarte”.

Tornano a Latina, i GANG, la band dei fratelli Severini, il più importante gruppo italiano di folk rock. Nati sul finire degli anni settanta, con una musica fortemente ispirata al punk, ai Clash e ai cantautori di protesta come Billy Bragg, Pete Seeger e Woody Guthrie, con il nome iniziale di Paper’s Gang, mutano presto il loro nome in Gang. Il gruppo, inizialmente, scrive solo in inglese, nella classica struttura rock: 2 chitarre, basso batteria. La loro attenzione è rivolta a far conoscere la realtà del sud del mondo, degli emarginati e degli sfruttati. Nel 1984 esce il loro primo album, “Tribes Union”, che viene accolto molto bene dalla stampa specializzata, arrivando all’ottavo posto del referendum della critica della rivista “Musica e Libri”. Da allora è un crescendo! Escono album significativi come “Barricada Rumble Beat” e “Reds” con cui approdano ad una major come la CGD e collaborano con artisti del calibro di Billy Bragg e Ambrogio Sparagna, ma il bello deve ancora venire. Nel 1991, esce “Le radici e le ali”, con cui fondano il rock con la musica popolare. Due anni dopo ecco “Storie d’Italia”, uno degli album manifesto degli anni novanta del nostro paese. Il disco contiene molti brani che raccontano delle lotte partigiane, della nuova e della vecchia realtà italiana e tante altre tematiche sociali, ci sono brani importanti : come ad esesempio “Eurialo e Niso”, “Kowalsky”, “Duecento giorni a Palermo” etc. Da allora è storia! “Una volta per sempre”, “Fuori dal controllo”, “Oltre” etc. Comincia la loro lotta contro la casa discografica Wea che alla fine perde, lasciandoli liberi! Quindi una nuova fase caratterizzata dalla libertà di incidere ciò che vogliono, attraverso la coproduzione dei loro album con l’utilizzo del Crowfounding. Una grande vittoria che gli permette di incidere sia “Sangue e cenere”, sia l’imminente, “Calibro 77”, con cui rileggeranno canzoni degli anni settanta scritte da De Andrè, Guccini, Ivan Della Mea, De Gregori, Pietrangeli, Ricky Gianco, etc.

Data l’esiguità dei posti si consiglia la prenotazione al numero 339-6290270.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti