Latina, arrestato finanziere in pensione originario di Pontinia: prometteva favori in cambio di soldi

354

Giuseppe Raimondi, 71enne originario di Pontinia, è stato arrestato ieri a Latina con l’accusa di millantato credito aggravato. L’uomo, militare della Guardia di Finanza in pensione, è stato “pizzicato” dagli uomini della Squadra Mobile dopo aver intascato da un imprenditore, con la promessa di fargli evitare un accertamento dall’Agenzia delle Entrate, contanti per 7.000 euro. Banconote precedentemente fotocopiate dai poliziotti. E già. Perché l’imprenditore, operante nel settore dell’edilizia, si era rivolto alla Questura denunciando che il pensionato era solito richiedergli soldi. Dunque, quando l’anziano gli si è ripresentato davanti chiedendogli 12mila euro, con la “complicità” della Squadra Mobile aveva accettato di pagare in due tranche, la prima appunto di 7mila euro. Dopo la consegna del denaro, avvenuta nel quartiere Nascosa, il 71enne è stato fermato con i soldi in tasca, corrispondenti alle banconote fotocopiate, dell’intera somma. L’anziano ora si trova ai domiciliari. Non è emerso alcun coinvolgimento né esplicito né implicito di personale degli Uffici Tributari chiamati in causa fraudolentemente dal 71enne.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti