Vis Fondi femminile, il Borussia alza un muro: vietato giocare

108

Per l’ottava giornata del girone b del campionato nazionale di Serie A di calcio a 5 femminile al palazzetto dello sport di Fondi si sono affrontate la squadra di casa, la Vis Fondi, e il Borussia Roma. Le fondane dovevano approfittare del fatto che, sulla carta, le avversarie non erano imbattibili, in modo da poter allungare lo score in classifica, lasciandosi dietro le insidie delle inseguitrici. Così non è stato perché al triplice fischio finale il risultato è stato dei peggiori: 0 a 0. Un solo punto dunque, che permette alla Vis di mantenere il primato in classifica con 17 punti, ma in compagnia di un’altra compagine. In una location piena zeppa di pubblico, come sempre, e con i BullDog che non hanno fatto mancare la loro voce, la squadra allenata da mister Cibelli è sembrata una brutta copia di quella vista la scorsa domenica a Tivoli, dove aveva raccolto un grande risultato. La superiorità della Vis è da subito chiara, ma è chiara anche l’imprecisione nei passaggi, gli schemi mal riusciti, e un pallone dispettoso che, nelle rare occasioni da rete non è proprio voluto entrare. Di contro il Borussia Roma ha applicato durante tutta la partita un catenaccio difensivo degno del miglior Trapattoni, creando così un muro e niente più. 

«Premesso che non siamo stati velenosi al punto giusto, e che la concertazione ci è completamente sfuggita di mano, in diversi modi e diverse condizioni abbiamo cercato di ‘bucare’ il loro muro, ma non c’è stato nulla da fare, come recita il punteggio finale – dichiara il mister della Vis Emilio Cibelli -. Purtroppo schemi e tattiche davanti alle continue barricate non hanno prodotto nulla, se non alcune possibilità che però siamo stati altrettanto incapaci di finalizzare in rete. Devo essere sincero, ieri siamo scesi realmente in campo solo all’inizio del secondo tempo, dove per i primi dieci minuti abbiamo ripreso le sembianze da Vis, ma poi…Ora bisogna considerare che comunque siamo sempre primi in classifica, e che questo ci deve stimolare per la trasferta, insidiosa, di domenica prossima. Possiamo porci tanti obiettivi; obiettivi che, bisogna ricordarsi, comportano fatica e lavoro. Noi ripartiamo proprio da qui».

Radio ufficiale della squadra: Radio Show Italia. Ascoltala sulla app, oppure su www.radioshowitalia.it.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti