Pontinia, mobilitazione per il no al referendum costituzionale. Appuntamento con Viespoli

147
Pasquale Viespoli

Le ragioni del no al referendum costituzionale saranno al centro di un nuovo convegno organizzato a Pontinia. L’appuntamento è per mercoledì 23 novembre con inizio alle 20, presso il ristorante da Campana. Organizzata da Azione Pontina ed Azione Nazionale, l’iniziativa vede la partecipazione di associazioni e movimenti politici locali. Hanno infatti dato l’adesione “Il Comitato del No di Pontinia” rappresentato da Paolo Cima, “l’Associazione Liberi e Forti” che vede come Presidente Giuseppe Anitori, l’associazione “Pontinia Nova” rappresentata da Andrea Fabbri e il movimento politico “Il Girasole” guidato dal Consigliere Comunale Paolo Torelli.
Tutti insieme, per dare forza alle ragioni del no, dopo i saluti di tutti i rappresentanti delle Associazioni introdurrà l’argomento il consigliere comunale Giuseppe Mochi per poi passare la parola allo scrittore Claudio Volpe, giovane talento di Pontinia. Le conclusioni sono affidate all’onorevole Pasquale Viespoli, presidente nazionale di Azione Nazionale già Sindaco di Benevento e Sottosegretario per il lavoro e le politiche sociali.
“Tutti insieme – precisano Massimiliano Antelmi e Silvia Malandruccolo di Azione Nazionale e Azione Pontinia -, perché riteniamo che la riforma di Referendum proposta da Renzi sia non soltanto lesiva per quelli che possono essere gli equilibri tra i vari poteri dello Stato ma anche inutile perché con la medesima non ci sarà ne il tanto decantato risparmio ne quello snellimento burocratico. Infatti, non sarà abolito il bicameralismo per cui si prefigura solamente una situazione più confusa, con un Senato nominato dai partiti in sede regionale con persone che avranno un doppio incarico basta pensare ai Sindaci, con sottrazione di tempo ed energie rispetto ai loro ruoli originari! Il Senato potrebbe diventare come la riforma delle Province voluta da Renzi. Prima ha illuso i cittadini sulla loro abolizione e poi tutto è rimasto come prima!”

img-20161120-wa0006

LE VOSTRE OPINIONI

commenti