Differenziata, manutenzione scuole e formazione, la Provincia di Latina approva variazioni al bilancio

116
Il Consiglio Provinciale di Latina ha approvato all’unanimità una serie di variazioni al bilancio dell’anno in corso (entrate di oltre 87 milioni; uscite di 76 milioni di euro). Le variazioni al bilancio riguardano una serie di somme erogate dalla Regione Lazio e spettanti alla Provincia di Latina.  Parliamo delle somme destinate all’incentivazione della raccolta differenziata relative all’annualità  2015 per Euro 2.797.077,33; mentre il Ministero dell’Interno ha provveduto ad erogare il contributo straordinario destinato alla manutenzione di scuole e viabilità provinciale all’annualità 2016 per Euro 2.743.995,12. Inoltre, la Direzione Bilancio della Regione Lazio ha assegnato alla Provincia di Latina la somma di Euro 670.00,00 per il personale ex regionale dell’Agenzia Latina Formazione; il Ministero dell’Interno ha ripartito il contributo per manutenzione straordinaria della rete viaria assegnando Euro 1.097.078,00; il DPCM ha ripartito il contributo statale per assistenza alla disabilità nelle scuole superiori, assegnando una ulteriore somma di Euro 247.466,94; la Direzione Diritto allo Studio della regione Lazio ha assegnato una ulteriore somma di Euro 474.235,48 per l’assistenza alle disabilità nelle scuole superiori e una ulteriore somma per la formazione professionale di Euro 302.116,50 rispetto a quanto previsto in bilancio 2016. Tuttavia, il Consiglio ha preso atto che la variazione adottata non altera l’equilibrio rilevato nel prospetto relativo al pareggio di bilancio.
La discussione è proseguita poi sull’altro punto all’Ordine del giorno, ovvero:  “Gestione funzione non fondamentale in materia di Formazione Professionale e del sistema educativo regionale di Istruzione e Formazione Professionale.”  Approvato all’unanimità, quindi, lo  schema di convenzione tra la Provincia di Latina e la Regione Lazio (ente titolare della funzione) in esecuzione dell’art.7 della L.R. 31.12.2015, n.17 e DGR 20/09/2016, n.543 concernente i criteri di riparto delle risorse finanziarie, del personale distaccato o da distaccare e dello schema di Convenzione per l’attuazione della delega della gestione delle funzioni non fondamentali alla Città Metropolitana di Roma Capitale o Aree vaste di latina/Frosinone/Rieti e Viterbo in materia di formazione professionale e del sistema educativo regionale di istruzione e Formazione Professionale.
Ma nel corso del dibattito una precisazione è arrivata dalla stessa Presidente Della Penna che invitava a prendere atto che la stessa convenzione presentava alcune criticità e che dovranno necessariamente essere risolte ai fini di un regolare esercizio di delega con l’inserimento di alcune “condizioni”: non è stata indicata la tempistica con la quale verranno trasferite le risorse assegnate, tenuto conto che la normativa vigente, non consente a questo Ente di Area vasta di poter fare anticipazioni di cassa; non sono state indicate le risorse assegnate per il pagamento delle retribuzioni del personale ex regionale (n. 15 unità) in servizio presso l’agenzia Latina Formazione e lavoro S. p. A; non è previsto l’integrale rimborso, tra le spese di funzionamento, di quelle pro quota per lo svolgimento delle funzioni di direzione e di supporto allocate direttamente presso la Provincia e attinenti ai controlli e alle verifiche dei percorsi di istruzione dell’obbligo formativo per la gestione dei servizi attualmente di competenza regionale ai sensi della legge n. 56/2014.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti