Latina, arrestato alla stazione indiano con valigia piena di bulbi di papavero da oppio

129

Ieri mattina i Finanzieri del Comando Provinciale di Latina durante un’operazione di polizia finalizzata alla repressione del contrabbando e alla prevenzione del traffico e dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno individuato, nel sottopassaggio della locale stazione ferroviaria, un cittadino di origine indiana che, avuto sentore della presenza del personale in divisa, tentava di deviare il suo percorso al fine di sfuggire al dispositivo di controllo.

Insospettiti dall’atteggiamento circospetto dello straniero, i militari operanti del nucleo mobile della Compagnia della Guardia di Finanza, coordinati dal capitano Davide De Meo, che da diversi giorni avevano attenzionato la zona in questione mediante il dispiego di diverse pattuglie, dopo aver proceduto al fermo e all’identificazione del medesimo, hanno sottoposto a minuzioso controllo la voluminosa valigia che portava con sé e nel cui interno sono state rinvenute 24 buste nere, tutte sigillate e di eguali dimensioni, con dentro 1.332 bulbi di papavero da oppio (già svuotati e pronti per l’uso) per un totale di 2.538,60 grammi di sostanza stupefacente.

Ciascun bulbo, seppur privo dei semi e del liquido utilizzato per la realizzazione dell’oppio, mantiene intatta la originale presenza di principio attivo di connotazione oppiacea il quale viene solitamente assunto dai consumatori mediante masticazione o ingerimento di infusi ovvero attraverso aspirazione dei fumi che ne scaturiscono dai processi di combustione, gravemente dannosi per la salute e con effetti di particolare dipendenza.

Al termine dell’attività di servizio, J.S. di anni 28, privo di regolare permesso di soggiorno e senza fissa dimora, è stato tratto in arresto per traffico di sostanze stupefacenti e posto a disposizione della competente autorità giudiziaria per essere sottoposto al giudizio per direttissima presso il Tribunale di Latina.

dsc_0787

LE VOSTRE OPINIONI

commenti