Aprilia, incidente in via Virgilio: muore Massimo Sambiase. La famiglia dispone il trasferimento della salma a Tropea

365

massimo-sambiaseSi svolgeranno a Tropea, la sua città natale, i funerali di Massimo Sambiase, il ragazzo di 38 anni di Cori, morto in seguito al terribile schianto avvenuto nella notte tra lunedì e martedì in via Virgilio, nel quartiere Campoverde. Il ragazzo, molto conosciuto a Cori dove gestiva una pizzeria a taglio, viaggiava a bordo della sua Suzuki Swift in compagnia di una donna di 51 anni, di origini brasiliane ma residente da tempo a Cori e che aveva lavorato con lui nel locale, quando ha perso il controllo del mezzo, che è finito fuori strada schiantandosi contro un pino.
Per Massimo non c’è stato nulla da fare, mentre la 51enne, che ha riportato trauma cranico e toracico, è stata ricoverata d’urgenza nel reparto di rianimazione dell’ospedale Santa Maria Goretti di Latina. Le sue condizioni restano gravi.
La salma del 38enne già ieri è stata riconsegnata ai famigliari, che hanno deciso di riportare il feretro in Calabria, dove il ragazzo è nato ed ha vissuto prima del recente trasferimento nel comune pontino.
L’incidente mortale, l’ennesimo avvenuto su quella via, riaccende i riflettori sulla pericolosità di quella strada soprattutto in orario notturno. Una strada stretta, poco illuminata, dove i pini presenti ai margini della carreggiata rappresentano per gli automobilisti un pericolo costante. Fattori questi che uniti ai comportamenti scorretti di chi si pone alla guida, rappresentano un pericolo letale.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti