Latina, “Frammenti di scena” apre il programma di Opera Prima Teatro

182

“Attraversare luoghi fuori e dentro di noi e ritrovarsi insieme, nel Teatro”. Questo è in sintesi lo spirito di “Frammenti di scena”, lo spettacolo in programma presso Opera Prima Teatro di Latina sabato 26 novembre alle ore 21, espresso nelle note di regia affidata a Zahira Silvestri che dirige tre giovanissime attrici in erba, Sara Alicandro, Chiara Tarquini e Lucia Timpone, allieve del Laboratorio teatrale da lei condotto.

Lo spettacolo è il primo della rassegna “Finestre di Teatro”, che rientra nella più ampia rassegna “Emergenze e Dintorni della scena”, giunta quest’anno alla decima edizione e organizzata da Opera Prima Teatro in collaborazione con ATCL, MIBACT, e Regione Lazio per la Cultura. Questa attenzione particolare ai laboratori prevede di portare in cartellone anche i lavori nati nei laboratori teatrali di varie realtà che operano sul territorio: dal Teatro le Tracce al Matuta Teatro, dal Cantiere dell’Arte, fino a quelli interni ad Opera Prima Teatro.

Sabato 26 novembre si partirà da una semplice domanda: può un filo conduttore viaggiare tra testi apparentemente slegati e renderli inscindibili? La risposta la troviamo in “Frammenti di Scena” che si configura come una proposta creativa che, proprio attraverso questo filo, vuole raccontare un’unica storia fatta di storie, del tutto personale e malleabile. Il racconto, inizia dalla ricerca di una forma di movimento e prende vita dai ricordi e dal presente, fino ad approdare alle pagine scritte di alcuni testi letterari – dalle poesie di Saffo a Virginia Woolf fino a Pier Paolo Pasolini – lasciando che a suggerire una via percorribile, in questo viaggio, sia anche la musica e il valore della parola, pensata, declamata, sussurrata, scritta.

Il costo del biglietto di ingresso è di 5 euro.

Proseguono inoltre, anche per la stagione 2016/2017 le giornate dedicate alla formazione: il primo appuntamento è fissato per mercoledì 30 novembre, dalle ore 18.30 alle ore 20.30, quando il teatro di Via dei Cappuccini, 76 ospiterà un’interessante stage di danza a cura di Stefano Fardelli, aperto a tutti, anche a chi è solo curioso di conoscere la sua arte.

Stefano Fardelli nasce a Genova nell’ottobre 1983. Nel 2004 si diploma presso l’accademia M.A.S., sotto la direzione artistica di Susanna Beltrami a Milano; successivamente studia e si perfeziona presso altri centri coreografici e compagnie residenti in Europa. Tra le collaborazioni nazionali e internazionali ricordiamo l’Opera di Berlino, BBc e The Place (Uk), Opera Reale Filandese, Compagnia Aleph, Les Gens d’Uterpan, English National Opera, Benedetta Capanna ecc..Tutte le sue produzioni sono supportate dall’Associazione Culturale Compagnia Excursus Onlus la quale è sostenuta dai Beni Culturali. Ballerino, Coreografo, Insegnante e Attore, Stefano Fardelli condividerà con gli allievi del corso di formazione alcuni momenti e percorsi creativi che lo hanno condotto alla realizzazione di due suoi lavori, “Svarupa – vyakta” e “Namu” che presenterà in rassegna il prossimo 3 dicembre.

Per info e iscrizioni 347.3863742- 347.7179808.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti