Aprilia, in consiglio le otto domande di Carmen Porcelli al Sindaco sul caso dei contributi elettorali

97
Carmen Porcelli

Dopo la bufera esplosa la scorsa estate grazie alla campagna informativa di Carmen Porcelli sui 10 mila euro versati al sindaco Antonio Terra dal patron di Rida Ambiente, lo stesso imprenditore che ha presentato il progetto per realizzare una discarica controllata a La Gogna, l’interrogazione in otto domande che il consigliere di Primavera Apriliana ha protocollato lo scorso 16 novembre approda in consiglio comunale. Nella seduta convocata per il 29 novembre alle ore 9.30, il primo cittadino sarà chiamato a rendere conto dei rapporti che intercorrono tra lui e l’imprenditore che ha finanziato la sua campagna elettorale e spiegare se in qualche modo questo rapporto di lunga data possa aver inciso sulle politiche dell’ente di piazza Roma. “Signor sindaco- si legge nel testo dell’interrogazioni-  lei esclude che qualche società a lei direttamente, o indirettamente, riconducibile, ha svolto lavori presso l’impianto di via Valcamonica? Signor sindaco lei esclude che il congiunto di un suo stretto collaboratore ha lavorato presso l’impianto di via Valcamonica? Signor sindaco nel 2002 lei ha consentito l’ampliamento di quell’impianto sostenendo che il territorio di Aprilia è compromesso. Questo le impedisce di contrastare la discarica? Signor sindaco nel 2003 l’imprenditore avrebbe dovuto demolire la vecchia palazzina degli uffici: perché non lo ha mai fatto? Signor sindaco nel 2012 lei ha fatto approvare un atto per equiparare la zona dove sorge il sito come industriale stabilendo che una volta cessata l’area tornerà agricola: perché? Signor sindaco l’Arpa nel 2011 ha rilevato la presenza di Azoto Nitrico nelle acque reflue del sito di via Valcamonica: l’azienda è stata multata per questa violazione? Signor sindaco perché per un cittadino servono 3 mesi per un certificato di destinazione urbanistica, mentre per l’imprenditore di via Valcamonica 13 giorni? Signor sindaco perché all’azienda di via Valcamonica il Comune non chiede il rispetto delle norme imposte dalla Regione per limitare i danni ai residenti di Sacida? Signor sindaco da alcuni anni la proprietà dello stabilimento di via Valcamonica sta acquistando terreni intorno al sito: Lei è a conoscenza, o ha mai pensato di approfondire la conoscenza, di un piano industriale dell’azienda in zona Sacida? Signor sindaco Lei il 13 settembre 2016 era a conoscenza della sentenza del Tar 56/2016 che sanciva l’illegittimità della delibera di consiglio comunale n.49 del 31 luglio 2014 e l’ordinanza sindacale n. 68 del 10.03.2015?” E proprio sul pasticcio di via Gorgona, l’esecutivo a breve sarà chiamato a dare altre risposte, nel corso della nuova commissione trasparenza convocata dal presidente Roberto Boi per il 14 dicembre. 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti