Vis Fondi, una domenica quasi da dimenticare

108

La domenica delle atlete della Vis Fondi femminile era iniziata molto bene, infatti condotte dal capitano Marika Colantuono si erano recate nel centro città per portare la loro presenza e la loro voce alla ‘Passeggiata in rosso’ organizzata dal centro Nadyr per dire “No alla violenza sulle donne”. Le ragazze vestite con i colori della squadra, hanno avuto modo di presenziare, e portare in dono alle organizzatrici un paio di scarpe rosse simbolo dell’iniziativa. Alle 13.30 via alla gara contro lo Jasnagora, conclusasi però con un risultato molto negativo per le giocatrici rossoblu. Arriva infatti la prima sconfitta casalinga, e la seconda di stagione dopo dieci partite di campionato di Serie A girone b. La cosa più grave però è arrivata a soli cinque minuti dall’inizio della partita, quando, l’atleta fondana Teresa Saraniti, per intercettare l’arrivo di un pallone, salta cadendo rovinosamente a terra. Il bollettino medico parla chiaro: lussazione con perdita di contatti, frattura parcellare epitroclea del gomito sinistro. Assistita da subito dallo staff medico della Vis, coadiuvato da Silvio Palazzo, la ragazza è stata portata in ospedale dove subirà un intervento chirurgico nei prossimi giorni. Ne avrà per circa 45 giorni. Ovviamente l’incontro è ripreso non senza fatica, e non senza preoccupazioni. Ciò nonostante sono state proprio le rossoblu ad andare in vantaggio con un goal di Ilaria Palomba che finalizza in rete dopo una serie di dribbling. Da lì in poi la Vis subisce il pareggio delle avversarie nel primo tempo, e l’allungo di due reti nel secondo. Le fondane hanno elaborato con fatica gli schemi, che hanno trovato spesso interruzioni nei rimpalli vinti dalle cagliaritane. La concentrazione era sicuramente saltata, ma questa non può e non deve essere una scusante. 

«Abbiamo avuto un calo costante, che non ci ha permesso la giusta lucidità – dichiara Emilio Cibelli, mister delle fondane -. Troppi errori, anche di circostanza, che non ci hanno aiutati ad elaborare una giusta pressione. La partita in settimana era stata preparata, come sempre, con dovizia di particolari, ma evidentemente è mancata la giusta caparbia per applicare il gioco che avevamo studiato. Sono certo che questa “lezione” servirà per il nostro futuro, che in questo caso è imminente. Ci aspettano due partite che definisco cruciali, prima del riposo. Io personalmente non voglio rimandare l’appuntamento con il massimo dei punteggi. Le mie ragazze, se non lo hanno ancora capito, credo che nei prossimi giorni lo capiranno bene, molto bene. Ovviamente sono vicinissimo a Teresa Saraniti, che in campo da sempre tantissimo e so che ce la metterà tutta per guarire bene e tornare più combattiva di prima. Ora deve prepararsi per l’operazione e poi riposarsi per bene, nell’attesa di rivederla, noi tutti daremo il massimo anche per lei».

La Vis domenica prossima andrà in trasferta a Roma contro la Fenice. Ora la classifica le vede per la prima volta quest’anno seconda a tre punti dalla capolista Coppa D’Oro. Radio ufficiale della squadra: Radio Show Italia. Ascoltala sulla app, oppure su www.radioshowitalia.it. La partita potrà essere seguita sul profilo facebook VisFondi DirettaLive.

Questo slideshow richiede JavaScript.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti