Formia, un uomo trovato morto e un altro ferito alla gola in una villetta. Indagano i carabinieri

157

Potrebbe trattarsi di un omicidio, al culmine di una lite, e di un successivo tentativo suicidio quanto avvenuto in una villetta di Formia in località Santo Janni. I carabinieri, allertati da una telefonata, al loro arrivo nell’abitazione sita in via Giovenale hanno trovato Giuseppe Langella, 52 anni, con una ferita alla testa, già privo di vita e Andrea Tamburrino, 41 anni, in stato confusionale che si sarebbe chiuso in uno stanzino tagliandosi la gola. Soccorso dal personale del 118 è stato trasportato con urgenza al Dono Svizzero.

“Tutto sarà più chiaro, non appena sarà possibile ascoltare il 41enne”. A distanza di ore i carabinieri continuano a non sbilanciarsi sulla dinamica di quanto accaduto nella villetta presa in affitto dalla vittima, un autotrasportatore già danneggiato in passato da un incendio ai suoi camion. Tamburrino è un nome noto alle cronache pontine e anche oltre, visto che ha una sfilza di episodi di truffa ed estorsioni a suo carico in danno soprattutto di belle donne sempre pronte a fidarsi di lui per poi scoprirlo un ricattatore. A legare i sue è il fatto che Langella, da qualche tempo, lo ospitava nella sua abitazione. Non si esclude al momento che la morte dell’autotrasportatore possa ricondursi ad una caduta, dal momento che il suo corpo è stato nella tromba delle scale. Una caduta accidentale o provocata da una spinta. E’ per questa ragione che gli inquirenti sono cauti in attesa di riscontri tecnici e di ascoltare il 41enne ospite della vittima.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti