Karate, Campionato Italiano Ragazzi Fesik: Sakura Latina al top

286

Si è svolto a Montecatini il Campionato Italiano Ragazzi della Fesik. La Sakura Latina ha ben figurato nella grande competizione che ha visto la partecipazione di 1500 atleti compresi tra 6 e 14 anni.

Si sono laureate campionesse italiane di kumite, agguantando lo scudetto italiano, le giovanissime Sara Sebastiani, Irene Chillemi e Marta Pirri; le ragazze si sono cimentate in un’ottima prova di combattimento, sconfiggendo tutte le avversarie fino alla fine. Le tre guerriere hanno gareggiato in squadra anche nel kata, dove sono arrivate seconde, mostrando un invidiabile sincronismo e lasciando ben sperare per il futuro.
Sul terzo gradino del podio la squadra di kumite composta da Simone Tucci, Francesco Lampini e Lorenzo Corsato, un team compatto, equilibrato e vincente, caratterizzato da uno spirito pacifico e “chirurgico”. Medaglia di bronzo anche per Chiara Borrelli nel kata Individuale, al suo esordio nelle gare con una prestazione pulita e ricca di marzialità.
Infine di nuovo Sara Sebastiani ha conquistato il quarto posto nel kata Individuale, dove ha avuto modo di mostrare il continuo progresso che la sua tenacia e assoluta dedizione le ha permesso di conquistare.
Nella Coppa Italia, torneo minore che viene disputato dagli atleti che escono ai quarti di finale del Campionato Italiano, a salire sul primo gradino sono state Marta Pirri e Alessia Mandatori nel kumite, ognuna nella rispettiva categoria; entrambe le gare sono state caratterizzate da una vera e propria battaglia, nella quale le due atlete hanno mostrato sapienza tecnica e coraggio. Le due medaglie d’argento della Coppa Italia sono state regalate al team della Sakura da Marta Pirri nel kata, e da Simone Tucci nel kumite, al termine di cinque incontri di pura adrenalina. Cinque bronzi conquistati dalla Sakura sempre nella Coppa Italia hanno portato la firma di Riccardo Rizzato (sia nel kata che nel kumite), un vero combattente dalla testa ai piedi, passando per il cuore; di Lorenzo Cabassi (Kumite) alle prese con una categoria, quella di 11-12 anni cintura marrone e nera, di livello stratosferico; di Carlo Chillemi (kata), un mostro di bravura tecnica e dedizione all’arte marziale; di Lorenzo Corsato, che eseguiva una bella prova di kata tra le cinture blu. Infine, un quarto posto nella Coppa Italia veniva conquistato da Alessia Mandatori, stavolta premiata nel Kata, che ha gareggiato contro avversarie di ottimo profilo tecnico, dove l’atleta pontina si è inserita egregiamente.
Più sfortunate le prove degli altri atleti in gara: Andrea Tucci, Daniele Tintisona, Marco Zingarelli e Riccardo Parisi. Certamente non mancheranno altre occasioni per questi atleti dotati di grande volontà e passione. Per loro, così come per tutti gli altri, il Campionato Italiano ha rappresentato una prova difficile ma di fondamentale importanza per gli atleti di Latina, che ora torneranno nel loro Dojo per perfezionare le loro prestazioni e puntare a nuovi e più stimolanti obiettivi.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti