Leggolatina, si alza il sipario con libri, scuole, avvocati e cene

189

Mercoledì 19 aprile, comincia Leggolatina, per una città a misura di libro. Tre gli appuntamenti dell’evento targato agenzia Omicron.

Alle 10.30 presso l’ Istituto comprensivo Don Milani in via Cilea zona Q4 l’atteso incontro con le classi elementari e medie con ‘Il giallo e le sue declinazioni. Trame e personaggi di un genere amato nel mondo’, un excursus letterario e reale con Alessandro Vizzino, Fabio Mundadori, Gian Luca Campagna, Giorgio Bastonini, Emilio Andreoli. Gli autotri interagiranno coi ragazzi sulla nascita del giallo, del perché ha avuto origine, e del perché continua a distanza di centinaia di anni ad essere il genere preferito dai lettori: dalla tradizione classica agli episodi della Bibbia passando per l’invenzione del genere con Conan Doyle e la scuola italiana, nata ufficialmente nel 1929 in Mondadori, fino a giungere al festival Giallolatino, che si svolge da dieci edizioni a Latina e dintorni. Cinque scrittori saranno bersagliati dai ragazzi delle scuole elementari e medie. Avranno necessità di tutta la loro creatività per sfuggire alle domande dei ragazzi.

Poi, alle ore 19 presso Libreria La Feltrinelli ecco un incontro studiato come intrattenimento letterario: i due autori, letture e musica e domande tecniche e creative. Infatti la presentazione de ‘Il giornalismo investigativo tra cronaca nera e narrativa’ con Mariano Sabatini che presenterà il romanzo ‘L’inganno dell’ippocastano’ e con Gian Luca Campagna  che presenterà il suo ‘Finis terrae’, con letture di Simona Serino e musiche di Roberto Caetani, condotto dall’avvocato Alessandro Paletta del Movimento Forense e dall’avvocato Stefano Bertollini, presidente dell’Ordine degli avvocati, e dalla blogger Stefania De Caro, si incastona in questo quadro.

Le trame dei romanzi: Non sono pochi i nemici di Ascanio Restelli: imprenditore di successo a un passo dalla candidatura a sindaco di Roma. Ma Viola Ornaghi, inviata a intervistarlo, non si aspettava certo di ritrovarlo morto, con la gola tagliata e due buchi al posto degli occhi. La giornalista perde la testa, non sa a chi chiedere aiuto. L’ultimo numero che ha chiamato è quello del suo collega Leo Malinverno… Ma nella vicina Villareale la gente non sonnecchia: un prete, a capo di un comitato ambientalista che si batte contro una megadiscarica, viene trovato incaprettato. La polizia se ne sbatte e allora indaga Angelo Corelli, un cronista di nera, precario negli affetti e nel lavoro. Nel frattempo scompare anche una ballerina di un night club e la squadra locale comincia a perdere le partite per pagarsi lo stipendio… Giornalisti nella vita reale, Sabatini e Campagna proiettano il proprio alter ego nella narrativa noir: sono i giornalisti che indagano, con metodi poco convenzionali, in un mondo che non fa distinzioni tra buoni e cattivi.

Le trame dei romanzi saranno gli spunti ideali anche per parlare del mestiere del giornalista quando è in presenza di una storia che non può scrivere sul giornale e deve ripiegare sulle opere di fantasia. Si ricorda che il romanzo ‘Finis terrae’ di Gian Luca Campagna è finalista al Salone del Libro di Torino nella sezione narrativa ‘Giallo Indipendente’.

Infine, alle 20.30 presso Osteria Da Giorgione in via Pastrengo ecco la cena letteraria ‘Penne all’arrabbiata’ – degustazione prodotti tipici, come si nutrono gli investigatori e i criminali prima di un’indagine e di un colpo. Ce lo spiegano La Banda della Migliara, l’associazione Magma e Giallolatino oltre che l’ispettore Perna della Polizia di Stato, che rispetto ai giornalisti Campagna e Sabatini descriverà come viene condotta nella realtà dalla Ps un’indagine.

“Sarà una cinque giorni fino al 23 aprile intensa, una cinque giorni dedicata al libro, alla discussione, al confronto dal nome LeggoLatina. Latina per 5 giorni sarà una città a misura di libro, poiché saranno organizzati confronti, tavole rotonde, incontri con gli autori proprio per rendere Latina città accogliente, cercando di eliminare la barbarie cui siamo soggetti negli ultimi tempi. Gli incontri si svolgeranno in tre fasi: la mattina nelle scuole, durante il pomeriggio nei locali, la sera nei ristoranti attraverso le cene letterarie e d’intrattenimento. Gli incontri sono culturali nel senso più ampio del termine, con interazione tra autori e pubblico insieme a moderatori d’eccezione, improntati in talk show e salotti letterari nel covo di chi la cultura la produce e la smista, dalle librerie ai centri commerciali” spiega l’organizzatrice Stefania De Caro.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti