Latina, centro di alta diagnostica: aggiudicati i lavori con un ribasso del 24%

Aggiudicata la gara d’appalto per la ristrutturazione dell’immobile di proprietà del Comune di Latina, da destinare alla realizzazione del centro di alta diagnostica,  alla base del protocollo d’intesa siglato il 7 aprile 2015 tra l’ente municipale del capoluogo pontino, la Provincia di Latina, l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” e la Fondazione Roma Scienza e Ricerca. I lavori sono stati provvisoriamente affidati all’associazione temporanea d’imprese costituita da Sari srl con sede a Pomezia e Melillo Appalti srl con sede a Latina che se li è aggiudicati con un ribasso del 24%. Seconda classificata l’impresa Neroni Costruzioni con un ribasso dell’11,67%. L’opera avrà un costo di 1.731.859,96 euro, considerato il ribasso dell’offerta accettata. L’immobile oggetto di ristrutturazione si trova in via XVIII Dicembre.

Il protocollo d’intesa siglato lo scorso anno prevede i seguenti impegni: la Fondazione partecipa all’iniziativa assicurando l’intera copertura finanziaria per la realizzazione e gestione del Centro, ad eccezione delle sole risorse messe a disposizione dalla Provincia di Latina e della disponibilità dell’immobile ed inoltre la Fondazione Roma si farà carico delle progettazioni e di tutte le prestazioni professionali richieste per la realizzazione delle opere; Il Comune di Latina partecipa all’iniziativa apportando l’immobile individuato che, dopo l’effettuazione dei lavori di ristrutturazione, sarà concesso in comodato gratuito alla Fondazione Roma; il Comune di Latina

svolge, inoltre, con proprie risorse il ruolo di stazione appaltante dei lavori di ristrutturazione; la Provincia di Latina conferisce l’importo di 800mila euro per la ristrutturazione dell’immobile.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti