Sabaudia, “regolarizzati” i matrimoni civili sulle dune. Occhio al prezzo

Carla Amici PD Elezioni 2018

Il commissario straordinario del Comune di Sabaudia individua le location “alternative” per le celebrazioni dei matrimoni civili. Con delibera assunta con i poteri della giunta municipale, il vice prefetto Antonio Luigi Quarto ha stabilito che i matrimoni civili a Sabaudia possono essere celebrati in ambienti aperti e naturali, quali spiagge e parchi, le strutture ricettive e gli edifici aperti al pubblico che siano di interesse storico, architettonico, ambientale o artistico espressamente autorizzati dal Comune. Allo scopo ha dato mandato al responsabile del settore Affari generali di provvedere alla pubblicazione di un avviso rivolto ai titolari di concessioni demaniali e ai gestori di strutture ricettive interessati al fine di prendere visione delle regole per la propria adesione all’iniziativa. La delibera del commissario fissa anche i prezzi della location “alternative”: 700 euro per gli sposi non residenti, 500 per i residenti (almeno uno dei nubendi). Un caro “sì”, se si considera che il costo di eventuali rinfreschi è del tutto escluso. Nella vicina San Felice Circeo sposarsi nella esclusiva terrazza di Vigna La Corte costa ai non residenti 500 euro e 77,47 euro per i residenti.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti

Celentano Fratelli d'Italia Elezioni 2018