Karate, campionato Italiano Unika: il meritato successo della Sakura Latina

393

La rappresentativa di Latina ha ottenuto un discreto successo al Campionato Italiano Unika svoltosi lo scorso 3 e 4 dicembre nel Palazzetto di Cervia e dedicato alle categorie preagonisti individuale e squadra, agonisti solo squadre, over 40 solo individuale.

La compagine pontina, guidata dal Direttore Tecnico Sabrina Tucci, ha riportato ben 4 ori, 4 argenti e 7 bronzi. La prima vittoria è stata conquistata dalla squadra dei terribili preagonisti Riccardo Rizzato, Sara Sebastiani e Marta Pirri nel kata team. Tre piccoli samurai sincronizzati nella grinta e nel giusto ritmo del kata Heian Sandan. Altre due medaglie d’oro sono state vinte nel combattimento da Lorenzo Cabassi e Marco Zingarelli: un grande successo per due giovani atleti dal talento eccezionale, che vanno a ripagare mesi di duro lavoro. Cabassi riusciva anche a vincere l’argento nella gara di kata individuale, dimostrandosi ad altissimi livelli in entrambe le specialità. L’altra medaglia d’oro è stata vinta dal direttore tecnico nella sua categoria di kata individuale.

Passando agli argenti, la grossa novità è arrivata nel kata individuale con Simone Tucci: il giovane atleta ha stupito tutti con un’esplosiva esecuzione dei kata Jion e Bassai Dai, arrivando a conquistare la finale dove nulla poteva contro un avversario eccezionale. Simone ha poi vinto il nel combattimento e nel kata di squadra con i due compagni Riccardo Parisi e Alessia Mandatori: questi ultimi hanno di nuovo conquistato il podio, vincendo entrambi il bronzo nella loro categoria di kata individuale, mostrando i frutti del loro lavoro
continuo che li porta ormai ad un passo dagli agonisti. Altro argento è quello vinto nella categoria di kata master da Marco Tintisona, splendido rappresentate della Sakura negli over 40 fino a cintura blu.

Un bronzo che sa di fatica e passione è quello di Riccardo Rizzato nel kata. Una medaglia di vero cuore, che si può associare all’argento vinto dalla sua compagna di team Sara Sebastiani, nel combattimento. Sara e Riccardo, rispettivamente 25 e 28 chili di fibra muscolare, cuore ed enorme dedizione, che li portano ogni giorno in palestra a mettere tutto ciò che hanno nella loro grande passione. Sara riusciva a vincere il primo turno in soli dieci secondi, vedendosi assegnare uno dopo l’altro tre jodan, ottenuti con l’esecuzione di calci jodan (livello del viso), per poi arrendersi in finale alla sua rivale più quotata.

Altre notevoli prestazioni sono state quelle di Daniele Tintisona nel combattimento, dove perdeva per un soffio lo spareggio per il terzo posto, così come la squadra di Tintisona con Zingarelli e Cabassi, arrivata quarta nel torneo di kata team. Maria Luiza Ignatescu ha mostrato notevoli progressi facendo ricorso a tutto il suo coraggio per fronteggiare avversarie più grandi di età e di livello più alto.

Infine tutto il team Sakura si è stretto intorno ai più grandi, ma ancora giovani Davide Castaldi, Roberto Coletti e Francesco Lampini che pur non arrivando sul podio, hanno messo tutto il loro impegno per difendere con onore i colori della squadra di Latina in un difficile torneo di kumite a squadre.

La squadra di Latina è infine giunta terza nella classifica Master.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti