Commissione Ecomafie, convocati Cerroni e rappresentanti di Ecoambiente

Alessandro Bratti

I rifiuti pontini di nuovo in commissione contro le ecomafie. E’ prevista per lunedì 12 dicembre l’audizione di rappresentati di Ecoambiente in commissione parlamentare d’inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti. Si tratta della società della discarica di Borgo Montello, al 51% di proprietà della Latina Ambiente, appena fallita. Nel corso della stessa seduta, convocata dal presidente Alessandro Bratti, sarà ascoltato anche Manlio Cerroni, in qualità di ex presidente del consorzio Colari, già riconducibile alla società proprietaria al 49% della Ecoambiente.

La discarica di Borgo Montello gestita da Ecoambiente, chiusa per esaurimento da ottobre scorso, è tornata all’attenzione della politica l’8 novembre 2016 con una delibera del Consiglio provinciale di Latina a contrasto di un atto della giunta di Nicola Zingaretti che sottrae alla procedura di Vas (Valutazione ambientale strategica) il piano dei rifiuti regionale, azzerando gli ambiti provinciali. Un pericolo incombente per il territorio potino: si teme la riapertura del sito Indeco, per il quale il 22 novembre 2016 è stato dato l’ok alla realizzazione di una centrale biogas, e del sito Ecoambiente che al contrario dovrebbe essere bonificato.

Nel frattempo si è avuta notizia, l’11 novembre, della confisca del patrimonio di Giovanni De Pierro, socio di Cerroni, già proprietario di tutte le particelle della discarica di Borgo Montello in uso ad Ecoambiente, compresi i vecchi invasi S0, S1, S2 e S3.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti