Latina compie 84 anni: gli eventi in programma in città

I festeggiamenti in programma per il compleanno di Latina prevedono seminari, incontri con gli autori, premiazioni, riconoscimenti, pranzi letterari, mostre fotografiche e pittoriche, presentazioni di libri, visite guidate nei musei e tanto altro ancora. Si parte mercoledì 14 dicembre, alle 18, presso il Circolo cittadino in piazza del Popolo, con la mostra fotografica “Dalle Paludi a Littoria: nascita e sviluppo di una città in 100 immagini”. A seguire, alle 18,30, ci sarà la presentazione del libro fotografico “Littoria, la prediletta del Duce”, a cura di Cesare Bruni e Gian Luca Campagna.

La storia

Il libro è una galleria di fotografie e di giornali dell’epoca che testimoniano tutte le volte che il capo del governo del regime fascista Benito Mussolini venne a Littoria. Il Duce Mussolini forse non s’era innamorato a prima vista di Littoria, ma poi non aveva resistito al fascino dell’Agro Pontino: vi tornò varie volte, in diverse pose, dalla mietitura ai discorsi, dalle adunate alle inaugurazioni di edifici e industrie.

Gli appuntamenti di giovedì 15

Alle 9 “Alla scoperta dell’Agro Redento”: visita guidata del Museo Cambellotti riservata alle scolaresche di Latina da parte del Professor Francesco Tetro; alle 11 “Il centro in mostra”. Centro diurno territoriale Sant’ Alessio in via Po.

Come i non vedenti percepiscono il centro storico di Latina: mostra di disegno organizzata dalle associazioni di ciechi della città. Consegna di libri da parte delle case editrici di Latina per strutturare una biblioteca nella sede degli ipovedenti.

Alle 17,00 presentazione del libro “Umberto Eco e la Massoneria” di Mauro Cascio – Bar Mocafè in corso Matteotti, 15.

La Massoneria non è quel luogo maledetto dove si concepisce ogni complotto, ma da secoli è la chiesa della Filosofia, senza dogmi, senza assolutismi e senza padroni. “Solo che se lo dico io nessuno mi dà retta”, dice Mauro Cascio. “Ma forse scomodando Umberto Eco…”.

Alle18,00 presentazione del libro “Dialogo fuori dalla storia” di Lidano Grassucci, modera Stefania De Caro – al Bar Mocafè in corso Matteotti, 15

Un dialogo sui massimi sistemi? No, un dialogo su tutto quello che affligge l’uomo e la direzione giusta da prendere. Le domande di tutti noi vengono opportunamente riportate in un dialogo immaginario tra due Papi, che chissà se mai risponderanno…

Gli eventi di venerdì 16

Alle 9 “Alla cover_eta_la_vera_anima_dellallenatore_singolascoperta dell’Agro Redento”: visita guidata del Museo Cambellotti alle scolaresche di Latina da parte del Professor Francesco Tetro

Ore 18 Presentazione del libro  ‘La vera anima dell’allenatore’ di Stefano Sanderra – Bar Mimì – Via Eugenio di Savoia, 43.

Cita Platone e Pasolini, si ispira a un dipinto di De Bruyne, legge Recalcati e ascolta Springsteen: ecco il background di mister Sanderra, l’ex tecnico del Latina chiamato mister Leggenda, per delineare la figura dell’allenatore nei tempi moderni privilegiando l’aspetto psicologico e filosofico. Perché si è allenatori di serie A anche nei campi di Lega Pro.

 

Il programma per sabato 17

“Cronaca nera, processi, narrativa e giornalismo investigativo”. Presentazione di true crime sotto l’egida di Stampa Romana e Movimento Forense presso Garage Ruspi, Largo Giovanni XXIII – Latina. Accrediti professionali per giornalisti e avvocati.

Alle15,00 “Marta Russo: il mistero della Sapienza’” di Mauro Valentini, giornalista, con Alessandro Paletta, avvocato. Il 9 maggio 1997 Marta Russo, una studentessa dell’Università La Sapienza di Roma, mentre passeggia con un’amica viene colpita alla nuca da un proiettile vagante. È l’inizio di un incubo per tutti gli studenti dell’ateneo più grande d’Europa. Dopo un mese due giovani assistenti, Giovanni Scattone e Salvatore Ferraro, saranno condannati. Ma perché hanno sparato?

Alle 16,00 “Quello strano delitto di don Cesare” di Felice Cipriani, con Stefano Maccioni, avvocato. È il 30 marzo 1995 quando viene rinvenuto nella canonica di Borgo Montello il corpo incaprettato e senza vita di don Cesare Boschin, parroco di quella comunità e di un comitato che si batteva contro la discarica. Movente e assassini? Nulla. Un cold case riaperto in estate con la verità ancora da accertare.

Alle 17,00 “Accadde all’Idroscalo: L’ultima notte di Pier Paolo Pasolini” di Fabio Sanvitale, giornalista investigativo, e Armando Palmegiani, criminalista.

C’erano i cani che abbaiavano, c’era gente che menava forte, c’era un poeta che cadeva, c’era un’auto. Già. Ma a che ora abbaiarono, quanti erano quelli che menavano, da quale angolo del buio spuntarono fuori, perché aspettavano, quanti dormivano nelle baracche e a che velocità esatta andava quell’auto? Un libro controcorrente che fornisce un movente nuovo per l’omicidio Pasolini.

La giornata di domenica 18

Alle 13,00 “Dalla Palude alla Tavola” pranzo del pioniere con itinerario letterario e storico della Bonifica idraulica. Osteria Da Giorgione in via Pastrengo, 12.

Antipasto: polentine al sugo, zuppa di fagioli, cacio, bruschetta, olive

Primi: pappardelle al sugo di lepre, pasta e ceci

Secondi: brasato di bufala, broccoletti e salsicce, cicoria

Acqua, vino bianco e rosso della Cantina Sant’Andrea, caffè, ammazzacaffè

Euro 20 per prenotazioni 3333551636

Alle18.30 “Beer Book” nella piazzetta del centro commerciale Morbella in via Picasso

Presentazione della magnum Sleazy Way e consegna a Fabio Mundadori, vincitore della prima edizione del concorso di narrativa gialla che sa di bionda, a cura del birrificio artigianale East Side. Presentazione del bando di narrativa della seconda edizione. Alle 19,00 presentazione del romanzo ‘Traffici illeciti” di Emilio Andreoli, nella piazzetta del centro Morbella di via Picasso. Alle 19.30 la presentazione del libro “Il cielo a sbarre” di Cesarina Ferruzzi, modera Stefania De Caro nella piazzetta del centro Morbella di via Picasso

Manager di successo, abituata a vivere nel lusso, chimica esperta nello smaltimento dei rifiuti e nelle bonifiche ambientali, il 20 ottobre 2009 viene arrestata e tradotta al carcere di San Vittore con l’accusa di evasione fiscale. E la sua vita si spezza per sempre.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti