Latina, il Questore De Matteis cittadino onorario. Indetto il Consiglio comunale

Giuseppe De Matteis, questore di Latina

Giuseppe De Matteis, simbolo della lotta al crimine, sarà cittadino onorario di Latina. Il conferimento del titolo avrà luogo il prossimo 15 dicembre, nella seduta del Consiglio comunale fissata per le 10, con l’approvazione della proposta di deliberazione 938/2016, promossa dal sindaco Damiano Coletta, già esaminata in commissione Città internazionale.

De Matteis nato a Gallipoli, in provincia di Lecce, il 19 agosto 1959, è arrivato a Latina il primo agosto 2014 per dare una nuova guida alla Questura. Dopo aver conseguito la laurea in giurisprudenza presso l’Università degli studi di Bari nel 1983 e successivamente il master di specializzazione in “Gestione avanzata della protezione aziendale” alla Bocconi di Milano, Giuseppe De Matteis è entrato nella Polizia di Stato nel 1985 con la qualifica di Vicecommissario. Bolzano, Domodossola, Reggio Calabria, Milano, Roma, Frosinone sono le tappe di una lunga carriera che lo ha portato nel capoluogo pontino per affrontare una nuova impegnativa sfida. Nella sua militanza nella Polizia di Stato, il Questore di Latina ha conseguito numerosi attestati di merito per importanti risultati contro il narcotraffico e la criminalità organizzata di stampo mafioso. Il Questore De Matteis, lo scorso 24 settembre, ha ricevuto il Premio nazionale Legalità e Sicurezza Pubblica in Campagna, “non è atto celebrativo, ma la profonda e consapevole dimostrazione di una gratitudine nei confronti di coloro che quotidianamente combattono contro la presenza opprimente delle organizzazioni criminali mafiose”, hanno spiegato gli organizzatori del prestigioso riconoscimento.

Come Questore di Latina, De Matteis ha continuato a mietere successi investigativi, confermati da numerose sentenze di condanna e confische di ingenti patrimoni finanziari, immobiliari e azionari. Tra le tante operazioni si rammenta quella denominata Don’t touch, con l’esecuzione di 24 ordinanze di custodia cautelare in carcere e che ha comportato, per la prima volta nella storia del capoluogo pontino, una manifestazione spontanea di riconoscenza della cittadinanza nei confronti dei poliziotti di Latina e del loro “Capo”. Principio base del suo pensiero, che è il cardine di tutte le direttive rivolte ai suoi collaboratori, è che l’interesse della collettività va anteposto a quello dei pochi, dei potenti, delle lobby, del malaffare, rimanendo equidistanti da qualsiasi interesse che non sia quello dello Stato. E soprattutto distanti rispetto alle contiguità, alle relazioni pericolose, alle zone grigie.

Il conferimento del titolo di cittadino onorario di Latina a Giuseppe De Matteis vuole rappresentare una sottolineatura della sua missione nel capoluogo pontino basata su principi condivisi dal Consiglio comunale, interpreti della città e dei suoi cittadini.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti