Nica avverte il Brescia: “E’ ora che il Latina inizi a vincere!”

293

Ha preso possesso della fascia destra nerazzurra e ha tutta l’intenzione di recitare un ruolo da protagonista per i prossimi mesi da trascorrere in terra pontina. Costantin Nica è approdato al Francioni dall’Atalanta. con la formula del prestito biennale. Dopo un avvio in sordina dovuto ad un fastidioso infortunio ha visto salire le sue quotazioni nelle scelte di mister Vivarini. Non è un giocatore troppo elegante e appariscente ma sa dare sostanza e “gamba” al reparto, proprio quello che serve in un 3-4-3 che soprattutto agli esterni richiede fisicità e dispendio di energie.

 

A LATINA MI SENTO A CASA

Il giovane romeno, protagonista della consueta conferenza stampa infrasettimanale, ha subito evidenziato la forza del gruppo: “Siamo tutti giovani, lavoriamo bene insieme e facciamo un buon calcio. Il mister ci sta vicino e parla con tutti, e poi non conta la differenza tra chi sta in panchina e chi gioca: siamo un gruppo unito, chi entra si fa trovare pronto. Personalmente mi trovo molto bene qui, mi sento a casa e ho tanta voglia di giocare. Fisicamente non mi sento ancora al cento per cento, l’infortunio a inizio stagione mi ha frenato, sono stato fermo tre mesi ma ora sto lavorando bene e devo migliorare”. Inevitabile poi il commento sull’espulsione rimediata a Vicenza, per una brutta entrata ai danni di un avversario: “Non ci ho dormito due giorni, quel mio gesto poteva farci perdere. Ho sbagliato, l’espulsione è stata giusta”.

 

QUANTA RABBIA AD ASCOLI

Nica ha ammesso che il Latina ha commesso degli errori e non ha raccolto quanto meritava, ma ha anche fatto notare i progressi compiuti dalla squadra, decisamente evidenti sabato scorso ad Ascoli: “Sabato durante l’intervallo un avversario mi ha detto che se il primo tempo si chiudeva in vantaggio per noi di due o tre gol sarebbe stato giusto. Abbiamo giocato bene, non potevamo perdere. Eravamo arrabbiati e si è visto, alla fine ci siamo presi quello che ci spettava. Se poi in precedenza abbiamo commesso degli errori bisogna anche fare i conti con gli avversari, il calcio è così. Gli arbitri? Possono sbagliare ma noi non dobbiamo pensarci, le loro sviste fanno parte del gioco”.

 

CONTRO IL BRESCIA? VINCIAMO!

L’esterno atalantino non ha dubbi sul prossimo incontro, in programma sabato al Francioni contro il Brescia: “Sabato mi aspetto la vittoria, dobbiamo assolutamente raccogliere i tre punti. Stiamo giocando bene, è arrivato il momento di raccogliere i risultati”. Alla gara non prenderanno parte gli squalificati Coppolaro e Rocca, oltre ai “soliti” infortunati Acosty, De Vitis e Di Matteo. In compenso rientreranno Mariga e Dellafiore, pedine fondamentali per gli equilibri dell’undici pontino.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti