Latina, il liceo artistico si apre alla città e promuove una mostra permanente

491

Nell’ambito della manifestazione legata alla chiusura del progetto di accoglienza, che è svolta nei giorni scorsi presso il liceo artistico di Latina, con il coinvolgimento delle famiglie degli alunni, sono stati presentati i lavori realizzati dagli studenti nel corso dei primi mesi di scuola. Il progetto di quest’anno, coordinato e condotto dalla docente Antonella Feudi, ha avuto per oggetto la matita, il primo passo di qualunque produzione artistica. E una matita decorata è infatti stata realizzata e regalata a ciascuno dei presenti nel corso della cerimonia, alla presenza del dirigente, Walter Marra, e dei docenti della scuola. Un filmato ha ricostruito le varie fasi del lavoro condotto, nel quale i neoiscritti sono stati affiancati dai più esperti studenti delle classi del triennio.

Programmi e iniziative

Ai genitori il dirigente ha illustrato il fitto programma di iniziative previste per l’anno in corso. In particolare, la mostra di “macchine leonardiane”, in collaborazione con l’associazione “Il genio di Leonardo”, che sarà inaugurata a gennaio e vedrà incontri e lezioni sul grande artista, di cui è conservata presso la biblioteca della scuola la copia anastatica del codice Atlantico; e la mostra di opere degli studenti, messe a disposizione per una vendita simbolica, al fine di raccogliere fondi da destinare al recupero e restauro di almeno una delle opere distrutte o danneggiate dal terremoto che ha colpito l’Italia centrale.

Un momento dell'incontro al liceo artistico di Latina
Un momento dell’incontro al liceo artistico di Latina

“Amatrice nel cuore”

Si tratta di un piccolo contributo, che denota la grande attenzione con cui i ragazzi e i docenti dei liceo Artistico di Latina guardano al patrimonio italiano – spiegano i promotori dell’evento – tutelato dall’articolo nove della Costituzione e spesso trascurato dalle istituzioni e poco considerato anche dai cittadini. Il progetto di raccolta fondi, intitolato “Amatrice nel cuore”, coinvolge anche i licei artistici statali di Rieti e Viterbo.

Un museo dinamico

Per dare più forza e visibilità alla presenza di questa scuola in città, gli studenti stanno provvedendo, con il contributo della Provincia, alla sistemazione e alla decorazione dei locali interni dell’istituto, allo scopo di allestire nei corridoi e nel giardino una esposizione permanente di opere da loro stessi realizzate. L’intento di creare una sorta di “museo” dinamico, articolato in “pinacoteca” e “gipsoteca”, in grado di rivolgersi al quartiere e alla città tutta, merita l’attenzione e il sostegno degli enti locali – aggiungono gli ideatori del progetto -l’incontro con il sindaco di Latina, previsto per il 21 dicembre sarà l’occasione per aprire la scuola al territorio e presentare le altre iniziative. Per conoscere meglio questa realtà scolastica e l’offerta formativa riservata agli iscritti – concludono i coordinatori – è possibile visitare il plesso domenica 18 dicembre e nelle successive date del 15 gennaio, 29 gennaio e 5 febbraio 2017, dalle 10 alle 12 e sabato 21 gennaio, dalle 15 alle 17.

 

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti