Boxe Latina, sul ring la storia della società pontina dal 1956

Il 16 dicembre è stata la festa del pugilato e festa dello sport. Il Palaboxe Città di Latina, trasformato in un piccolo Madison Square Garden attraverso un suggestivo gioco di luci e colori, ha ospitato l’ultima serata celebrativa del sessantennio della Boxe Latina. Momento di forte coesione, in coincidenza degli 84 anni della città di Latina, per cui autorità e personaggi del mondo sportivo insieme ad un caloroso pubblico, hanno fatto da cornice e platea al ricco programma di incontri.

Ad aprire la serata sul ring le premiazioni dei maestri della Boxe Latina Domenico, Rocco Prezioso, Antonio Dubla Fabrizio Petroni, Fabio Giliberti. Insieme a loro una sfilata di piccoli pugili accolti dagli applausi. Sono gli allievi del corso di Soft Boxe Junior, il vivaio della Boxe Latina. Gli interventi autorevoli sono iniziati con Damiano Coletta, alla sua “prima” da sindaco al Palaboxe, ma da sempre vicino a questa famiglia di pugilatori: “Ho visto crescere questa società, seguendo lo sviluppo di un progetto che la porta a festeggiare i suoi sessant’anni, che esaltano lo spirito di gruppo in uno sport singolo, dove il sacrificio e la determinazione fanno la differenza”.

Tra un match e l’altro, si sono alternati sul ring figure storiche che hanno scandito questi sessantennio. Riconoscimenti sono andati a Marco Libertini, figlio del compianto presidente e pietra miliare Mario Libertini, i maestri Celio Turrini e Luciano Furlan, il campione Francesco Prezioso, oggi presidente onorario a trent’anni di distanza dal Titolo Italiano conquistato nei Superleggeri. Menzioni anche Luca Illuminato e Gabriele Torelli. Canonico scambio di maglia con le altre società sportive della città. La canotta del sessantennio alla Benacquista Assicurazioni Latina Basket, rappresentata dal responsabile tecnico del settore giovanile Massimiliano Brescese e da una delegazione dell’Under 18 d’Eccellenza rappresentata da Francesco Guerra, il montenegrino Mattija Jovovic ed il serbo Tarik Hairovic. Dalla società cestitica militante nel prestigioso campionato di serie A2, è arrivata la divisa ufficiale della stagione in corso.

Si è anche parlato di boxe in action, la nuova disciplina che fonde pugilato e musica nata nel 1998 da un’idea di Thierry Ayala ed Antonella Rossi e prossima a gennaio a sbarcare anche alla Boxe Latina.

Quindi gli auguri dell’ Organizzazione per l’Educazione allo Sport, per la quale era presente Daniele Valerio. La Boxe Latina, insieme Federazione Pugilistica Italiano e il Coni hanno accolto con orgoglio sul ring Alessia Mesiano, campionessa del mondo di Latina, che a maggio ha vinto il Titolo più prestigioso nella categoria dei 57 kg, battendo in finale l’indiana Sonia Lather: “Una serata di grande impatto – ha esordito Alessia –, così lontana dalla boxe di provincia. Servono iniziative simili per contribuire alla crescita di questo sport. Il mio Titolo? E’ utile a sostenere il movimento del pugilato femminile, che dalle Olimpiadi di Tokyo sarà presente anche con i 57 chili, la mia categoria”.

Conclusioni affidate al presidente della Boxe Latina Mirco Turrin, il quale ha ricevuto una targa dallo staff della sua società: “Mi porterò dentro per sempre le emozioni della magica serata al Palaboxe. Una grande famiglia di presidenti, allenatori, pugili e collaboratori, hanno saputo svolgere nel tempo un egregio lavoro che mi onoro di rappresentare nella stagione del sessantennio. Ripartiamo da qui”.

Dieci i match, nove dilettanti ed uno Neo Pro. Una sorta di sfida tra la Boxe Latina è il Lazio, rappresentato dalle società che hanno presto parte alla riunione: Dimension Boxing Team di Latina, New Generation Boxe di Giuliano di Roma, Fiamme Oro, Boxe Massai di Civitavecchia, Culturale Quattro Di di Minturno, Phoenix Gym di Pomezia ed SS Lazio. Per la Boxe Latina vittorie per Nicolò Cheli (Schoolboy), Paolo Venerucci (Senior), Vincenzo Cardone (Senior), Simone D’Antoni (Junior); finiti in parità gli incontri di Riccardo Mazzocchi (Senior), Alessio Spinelli (Junior), Carmine Palma (Senior) e Matteo Conti (Elite). Verdetto sfavorevole per Fabio Cascone (Elite) e Domenico Esposito (Neo Pro), il cui match di rientro è finito prima del limite dopo un minuto e mezzo nella terza ripresa.

Questi i risultati nel dettaglio:

kg 56 Cheli (Boxe Latina) b. Quadri (DBT) p. 3
kg 75: Mazzocchi (Boxe Latina) e Santangeli (New Generation) parità
kg 64: Venerucci (Boxe Latina) b. Bragaglia (New Generation) p. 3
kg 66: Spinelli (Boxe Latina) e Fois (FF. OO.)
kg 69: Cardone (Boxe Latina) b. Orsini (New Generation) p. 3
kg 66: D’Antoni (Boxe Latina) b. Santini (Boxe Massai) p. 3
kg 91+: Palma (Boxe Latina) e Mario (Culturale 4 Di) parità
kg 69: Mastronunzio (Phoenix) b. Cascone (Boxe Latina) p. 3
kg 64 Conti (Boxe Latina) e Montoni (Phoenix Gym) parità

NEO PRO

Mazzulla (SS Lazio) b. Esposito (Boxe Latina) kot 3

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti