Natale a Latina, gli auguri di Coletta ai dipendenti comunali: legalità e lealtà per scrivere una nuova pagina

Il sindaco di Latina Damiano Coletta ha incontrato i dipendenti del Comune questa mattina all’ex garage Ruspi per gli auguri per le feste di fine anno. Il primo cittadino, accompagnato dagli esponenti della Giunta e da alcuni consiglieri di Latina Bene Comune, ha colto occasione per sottolineare l’impegno dell’amministrazione a motivare e responsabilizzare il personale a tutti i livelli, secondo un rinnovato patto che deve darsi nuove regole. Un patto di lealtà già proposto lo scorso 15 novembre, quando il sindaco riunì i dipendenti in aula consiliare a seguito degli arresti operati nell’ambito dell’inchiesta Olimpia.

Damiano Coletta
Damiano Coletta

“Il Comune riconosce la valenza strategica di tutto il personale dell’ente quale risorsa primaria da valorizzare e aggiornare costantemente – ha ribadito Coletta rivolto ai funzionari e dirigenti presenti – ponendo al centro la cultura del servizio e la condotta improntata ai valori della legalità, della lealtà e della trasparenza, e avendo sempre come riferimento prioritario l’interesse pubblico collettivo. Voi siete di fatto le gambe dell’amministrazione, la parte gestionale che fa camminare le idee della parte politica.  E’ fondamentale per questo costruire un rapporto di stima e fiducia reciproche perché la macchina amministrativa funzioni, per lavorare insieme, confrontarci a viso aperto e restituire l’immagine di una squadra a servizio della comunità”.

“Con questa Amministrazione – ha continuato il sindaco – vogliamo scrivere una nuova pagina anche alla luce delle recenti vicende giudiziarie che hanno mortificato i dipendenti dell’ente e ne sta stanno condizionando l’operato. Il patto che intendiamo stringere con voi consiste nella definizione degli obiettivi da perseguire insieme e nell’adozione di un sistema di controllo sul raggiungimento di questi obiettivi e sul lavoro svolto dal personale, a garanzia tanto della componente istituzionale quanto della cittadinanza. E’ interesse di questa Amministrazione introdurre politiche retributive, specie riguardo al trattamento economico accessorio, che siano in linea con questi assunti, con le strategie e le politiche generali dell’Ente, con i principi di correttezza e prevenzione dei conflitti. Il trattamento aggiuntivo verrà erogato tenendo conto dei comportamenti tenuti dal singolo lavoratore, dei risultati conseguiti, delle competenze possedute secondo un metodo che valuti tutto il personale, di categoria e dirigenziale. Abbiamo già dato seguito ad una riorganizzazione dei ruoli, un passaggio necessario. Non c’è alcuna caccia alle streghe, ma assoluto garantismo. Un garantismo che nella reciprocità che auspico comporta l’impegno a costruire un rapporto leale, all’insegna del rispetto delle regole. Sarà cura di questa Amministrazione valorizzare il merito e i profili professionali per il perseguimento dei migliori risultati in favore dell’utenza, dei destinatari dell’azione amministrativa e dei servizi pubblici che l’Ente è chiamato a rendere. Tutto questo per imboccare una strada diversa che vi porti ad essere fieri del posto in cui lavorate e del sevizio prestato alla città”.

“Latina – ha affermato ancora il sindaco – ha bisogno di programmazione e manutenzione. Dobbiamo dare ai cittadini la consapevolezza che c’è cura della città, cominciando dal decoro urbano e dalle scuole. Dobbiamo lavorare per rendere Latina più bella e attrattiva, per offrire più servizi, disponibilità e vicinanza al cittadino che si presenta agli sportelli degli uffici per avere informazioni”.

“L’augurio che mi preme fare a voi e alla città in questo primo Natale del mio mandato – ha concluso Coletta – non è per un anno straordinario, ma migliore. Vi auguro semplicemente di sentirvi realizzati nel lavoro che fate: già questo sarebbe un ottimo risultato. Vi auguro di riabituarvi a godere della bellezza, anche della bellezza del lavoro”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti