Sabaudia, le precisazioni di FdI e Noi con Salvini sulla candidatura a sindaco di Secci

Giovanni Secci candidato sindaco di Sabaudia per il centrodestra? “Noi non ne sapevamo nulla”. Il coordinamento cittadino di Fratelli d’Italia e Noi con Salvini si dichiara totalmente estraneo all‘annuncio del coordinamento elettorale a sostegno della candidatura a sindaco dell’esponente di Forza Italia scaturita da un incontro del 28 dicembre scorso al quale avrebbero preso parte oltre a rappresentanti della società civile impegnati nei vari settori e dirigenti, ex amministratori, sostenitori, simpatizzanti di Forza Italia, anche sostenitori e simpatizzanti del centrodestra. Può darsi, ma come partiti di centrodestra FdI e Noi con Salvini, che pure avevano già intrapreso un percorso per la riunificazione del centrodestra sabaudiano, non hanno preso parte alla decisione. Insomma, non sono protagonisti nella decisione unanime come raccontata dal coordinamento a sostegno di Secci, in quanto non chiamati alla riunione. Un incidente diplomatico?

Con una nota Condivisa il coordinamento di Fratelli D’Italia, Noi Con Salvini, ed alcuni Movimenti locali, “Al fine di non causare fraintendimenti a tutti i membri dei relativi partiti di centrodestra – spiegano con nota condivisa il coordinamento di Fratelli D’Italia, Noi Con Salvini ed alcuni movimenti locali – ma sopratutto a tutti i simpatizzanti ed agli attivisti che da ieri ci chiamano per sapere se la candidatura del centrodestra sia stata già scelta e condivisa, precisiamo che siamo ad oggi totalmente estranei a tale decisione e relativi comunicati stampa apparsi su quotidiani locali. Pertanto noi del centrodestra continueremo a lavorare con tutti voi cittadini improntando le linee elettorali all’insegna della trasparenza e del bene comune della città di Sabaudia, ribadendo che ogni scelta che si deciderà di intraprendere sarà condivisa prima con voi tutti. Precisiamo, infine, che il candidato del centrodestra debba essere fortemente voluto dalla coalizione che ne farà parte e dai cittadini, in maniera del tutto democratica e non di dittatura, pertanto siamo disponibili a tavoli comuni e costruttivi con chiunque si riconosca nella coalizione”.
In pratica Fratelli d’Italia e Noi con Salvini hanno voluto chiarire che la candidatura di Secci non rappresenta una scelta condivisa con questa parte del centrodestra, ma che comunque continueranno a parlare con Forza Italia, partito di Secci, e con le altre componenti del centrodestra, movimenti e associazioni al fine di giungere, in vista del voto amministrativo, ad una convergenza.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti