Terracina, la Befana della Cisl con Visini nella casa famiglia “Gregorio Antonelli”

445

La Cisl di Latina scende in campo in favore della solidarietà in occasione della Festa dell’Epifania. Una Befana “speciale” ha infatti contraddistinto la mattinata degli ospiti della Casa Famiglia “Gregorio Antonelli” di Terracina.  La Cisl di Latina, alla presenza dell’assessore alle politiche sociali della Regione Lazio Rita Visini, ha consegnato loro dei piccoli doni. “Iniziative come quella di oggi – ha commentato Visini – sono fondamentali per essere vicini ai giovani ed a quanti, per ragioni diverse, vivono in uno stato di disagio sociale.”

L’istituto è nato come orfanotrofio nel 1887 per volere del conte Agostino Antonelli in memoria del padre Gregorio. Nel tempo, la struttura è passata da situazioni di orfanezza a domande di accoglienza più complesse occupandosi anche di minori in situazioni di difficoltà. La casa si prefigge come obiettivo quello di mettere al centro i bisogni della persona infatti, per ogni minore accolto, viene sviluppato un progetto educativo che tiene conto della loro individualità grazie al supporto di personale qualificato.

La struttura è gestita da sei suore della Carità di Thouret e tre laici; a fare gli onori di casa suor Rossella che, con il segretario generale della Cisl di Latina Roberto Cecere, ha consegnato i regali ai ragazzi. “Nel sacco c’era principalmente il grande abbraccio di tutti Noi della Cisl che, anche quest’anno, siamo voluti tornare in una Casa Famiglia per esprimere la nostra solidarietà a quanti hanno bisogno – continua Cecere –  erano presenti molte persone ed è sempre un’emozione strappare un sorriso ad un bambino. Il problema della difesa dei deboli e della lotta contro le forme sempre più diffuse di disagio esistenziale è diventato un obbligo sociale e morale per tutti. E’ necessario tornare al pilastro della solidarietà per dare vita a progetti operativi efficaci perché capaci di cogliere i problemi reali”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti